09 marzo 2008

Io, l'attività fisica, i buoni propositi


Oggi sono andata a Belmonte a piedi. è una cosa che faccio due o tre volte l'anno, e ogni anno con gli stessi risultati: ma quanto sono schiappa?! e ho sempre lo stesso pensiero: "Fede Fede fai una vita troppo sedentaria! Fede Fede ti prenderà un infarto... oh merda, mi batte ancora il cuore? sì sì, no batte troppo: tachicardia!". si nota che ogni tanto sono leggermente ipocondriaca?

ecco l'effetto che mi fanno queste passeggiata: controllo completo, meglio che dal dottore. e dopo il cuore si passa al resto e altre eventuali sfighe... se casco ora e batto la testa su una pietra?! oppure se casco mi rompo una gamba e ho la gamba nelle condizioni di un calciatore? (e non per i muscoli sia chiaro!).

L'attività fisica farà bene al corpo ma, come insegnava tanti anni fa l'Ottusangolo, mens sana in corpore sano. Avrò poi anche un corpore sano, ma alla mia testolina chi ci pensa eh?!

Due anni fa mi sono iscritta in palestra ed ero tutta convinta, forse anche ubriaca. Ubriachissima perchè ci son andata ben due, e sottolineo due, mesi di fila. poi ho smesso, come con una droga con l'unica differenza che non avevo nessun tipo di dipendenza. Mi scocciava fare sempre le stesse cose per sudare sudare e avere tutto male il giorno dopo. Per non parlare del giorno che mi son ritrovata con due pesi da 1 kg per braccio, per un totale di 2 kg, da sollevare. Scena pietosa: io che ormai rossa conto quanti cavolo di volte devo ancora tirarli su e il ragazzo vicino a me cosa fa? Solleva un peso di cui non saprei quantificare il peso con quasi un dito ed è rosso fuoco, rosso fuoco perchè si sta trattenendo dallo scoppiare a ridere. Poi c'erano troppi specchi, specchi ovunque... non mi hanno più visto!

In realtà io ho sempre odiato fare queste cose. Non so come mai, ora sono rotonda ma da piccola ero magrissima, la classica bambina pelle-ossa. Eppure anche allora odiavo correre e inventavo palle per non andare in piscina o anche solo saltare ginnastica. Non è che fossi una bimba sedentaria, a quell'epoca. Ero una bimba di campagna che passava gran parte del suo tempo in giardino ma correre non mi piaceva lo stesso. Mi ricordo che in prima o seconda elementare la maestra ci portava in palestra e ci metteva in fila dal più basso al più alto e poi ci faceva fare un po' di giri di corsa di riscaldamento. Io l'odiavo, ma soprattutto non facevo nulla per andare un po' più veloce di quello che io giudicavo la giusta velocità con la conseguenza che bloccavo mezza fila. Un giorno la maestra pensò bene che avessi bisogno di uno scossone, quindi dopo un giro fermò tutti e spiegò che era necessario che tutti ci impegnassimo ecc ecc e quindi io sarei finita in fondo alla fila dietro al bambino più alto. Povera maestra, lei pensava di darmi questa piccola umiliazione per convincermi e invece non avrebbe potuto darmi un premio migliore: finalmente potevo stare mezza ferma senza nessuno che mi inciampasse addosso.

è in queste occasioni che le cose che gli altri avrebbero considerato sfiga mi hanno reso felice. La maestra mi sbatte in fondo a tutti gli altri? che culo! In seconda media mi viene una verruca sotto un piede e scopro che per due settimane non avrei potuto fare ginnastica dopo la bruciatura, non sapete quanto ho sperato che tornassero ste verruche.

Poi mi capitano momenti appunto da psicopatica: ad agosto ho comprato una cyclette, l'ho caricata sul mio carrello e me la son trascinata in casa. L'ho usata tre volte ma prima o poi mi riprometto che mi metterò a fare gli addominali un giorno sì e uno no e l'altro userò la cyclette... sìsì, se no divento un pallone e mi prende un infarto. Peccato che l'ho detto anche l'altr'anno, e l'anno prima ancora!!!

3 commenti:

luce ha detto...

Io mi riprometto ogni volta di fare sport in casa ho tutti i tipi di attrezzi e non faccio mai niente, palestra per me è come dire incubo, cerco di stare a dieta ma sono golosa, quindi diciamo da lunedì (prossimo) mi rimetto a CORRERE.

Stefano ha detto...

Capisco cosa provi: anch'io avevo lo stesso problema -che ogni tanto si ripresenta, beninteso-.
Il segreto è trovare lo sport adatto a te: io ho risolto prima col pugilato, poi con la kickboxing.

Potresti provare. Se poi non c'è uno sport che ti prenda...pazienza, non è la fine del mondo.

lindöz ha detto...

Io - Luce - Te....
Sorelle!!!!!!!!!