17 luglio 2008

rispetto



Questo non è un post di getto, è un post pensato, interrogato "lo scrivo o no?" "e come?" "cito l'interessato?".

Risposta affermativa: lo scrivo.

Citarlo? risposta negativa. ci ho pensato e non mi va di iniziare un battibecco on line. e poi non parlerò direttamente di lui ma sarà solo un preteso per esporvi le mie teorie! XD

Girando su un blog che avevo scoperto da poco ho trovato un post di cui condividevo i contenuti in linea di massima ma poi ho visto un'immagine di dubbio gusto, diciamo così. una caricatura del Papa accecato da raggi verdi eccetera eccetera.

E io non son capace a star zitta, sono una di quelle che se sente un ragazzino bestemmiare per strada gli chiede di smettere o per lo meno come mai lo sta facendo (amo essere mandata a fanculo molto spesso!). Quindi gli ho cordialmente chiesto come mai avesse usato quell'immagine offensiva (non era una caricatura) per di più in un post in cui non si parlava di quello.

In questo però credo che la religione conti poco o nulla. intendo dire che è soprattutto per la mia formazione laica che la penso così. fin dagli anni del liceo una delle poche cose che hanno tentato di metterci nella zucca è stato il rispetto per l'altro. rispetto.

Mi ricordo che una volta una mia compagna si era incazzata con la sua vicina di banco e le fa "ma cazzo di B***da!". il professore di pedagogia, che credo fosse ateo e non aveva mai messo una nota, l'ha sbattuta fuori furibondo. noi ci eravamo messi a ridere: insomma ogni tanto qualcuna minacciava di menare quella della fila davanti, non ci pareva un gran insulto rispetto a quello che ci si diceva solitamente. E invece no, lui con calma ci spiegò che si trattava di scherzare sulla fede di un altro. e chissenefrega se in classe non c'era nessun buddista. era solo questione di rispetto. Non so se quelle parole son state gettate al vento. ma a me hanno insegnato qualcosa.

Io non mi permetterei mai di indossare le magliette con le vignette di Maometto, ma non per questo sono musulmana o per questo mi astengo dal fare una critica se lo trovo necessario.

Quello che intendo dire è che secondo me non è necessario aderire, convertire o essere sempre d'accordo e concordi. Assolutamente no. anzi, la critica è un diritto sacrosanto! Con uno dei miei più cari amici passiamo ormai le ore su msn a discutere animatamente perché io filo-papista e lui assolutamente no. Discutiamo, ma certi limiti non vengono mai oltrepassati.

é questione di rispetto. e educazione!

o per lo meno, io la penso così.

8 commenti:

Bk ha detto...

Probabilmente hai ragione.
Il rispetto è la base di tutto.
Cmq giusto per la cronaca Giovanni Paolo II era un papa, questo è un catechista.
Non è proprio uguale...

mistral ha detto...

Ma dimmi, federica, quanto rispetto vedi intorno a te? Io purtroppo molto molto poco, e che tristezza tutto ciò!
Ti abbraccio forte

Caterina ha detto...

non sono sicura che sia solamente questione di rispetto, credo che c'entri di più l'educazione. Perchè una persona volente o nolente ne può disprezzare un'altra, e ciò non porta al rispetto reciproco, ma all'ipocrisia di coloro che si dicono rispettosi piuttosto. Invece, come tu stessa dicevi, c'è un limite che non va oltrepassato, e questo deriva dall'educazione della persona, e dal suo buon senso. Il fatto che uno non oltrepassi quel limite, non significa che in cuor suo non voglia farlo, ma decide di evitare per comportarsi nel giusto modo, educatamente. Dall'educazione deriva il rispetto, non il contrario secondo me.

titty ha detto...

oltre che rispetto penso che sia anche questione di educazione e intelligenza..ognuno può pensarla a suo modo ed esprimere proprio opinioni basta saperlo fare con intelligenza..!!! :D

Massimo ha detto...

Sò a quale blog ti riferisci, ma, secondo me, sbagli a prenderla così in prima persona. I blog sono personali e soprattutto sono liberi.
La verità è, che per formazione caratteriale, tutti abbiamo ragione. Prendere o lasciare.
Ciao. Massimo.

Tony Pannone ha detto...

Ciao federica hai dato una lezione di rispetto a tutti noi.... molte volte l'educazione smarrita è la causa della maggior parte di tutte le controversie fai bene a riprendere e comunque basta a volte non seguire l'esempio negativo degli altri..... ciao a presto.

Federica ha detto...

@ BK: io non ho problemi a discutere sulla figura del Papa (o di qualsiasi altra cosa in realtà).. quello che mi dà fastidio è l'insulto gratuito.

@ mistral: da una parte è vero, però io non mi arrendo. senza rispetto per l'altro la vedo dura costruire un qualsiasi futuro!

@ caterina: effettivamente un po' hai ragione...

@ titty: forse sta tutto nell'inteligenza, hai ragione... mi era sfuggito!

@ tony: grazie!!

@ massimo: in realtà io non la prendo sul personale, è solo che non sopporto la maleducazione! sono dell'idea che di tutto si può e si deve discuetere. I modi con cui lo si fa però possono ledere la libertà altrui... tutto lì!

pansy ha detto...

La penso come te. Purtroppo non tutte le persone hanno sviluppato il senso del rispetto. Ma ..si inizia sempre da se e noi siamo comunque un buon esempio! :)