25 agosto 2012

La Luna

C'è tanta solitudine in quell'oro. 
La luna delle notti non è la luna 
che vide il primo Adamo. I lunghi secoli 
della veglia umana l'hanno colmata 
di antico pianto. Guardala. E' il tuo specchio.
[Jorge Luis Borges]


8 commenti:

Isabel ha detto...

Borges è sempre magico!

Strawberry ha detto...

Bellissime parole...ah Borges...quanto mai adatte a salutare Armstrong...

la frufru ha detto...

Giusto ieri notte mentre tornavo a casa in macchina mi sono fermata a guardare la luna, mi sembrava più grande e più bella del solito.

Sara Pugliese ha detto...

Ora la luna la vede da molto più vicino. Una visuale migliore di tutto.

Adriana Riccomagno ha detto...

Ah, Borges...

pyperita ha detto...

Che bei versi.

Maruzza ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maruzza ha detto...

Stupenda la poesia!
Invece,la famiglia di Armstrong ha fatto sapere che "L'invito dei familiari di Neil Armstrong: “Per coloro che potrebbero chiedere cosa possono fare per onorare Neil, abbiamo una richiesta semplice. Onorate il suo esempio di servizio, successo e modestia, e la prossima volta che passeggiate all'aperto in una notte limpida e vedete la Luna che vi sorride, pensate a Neil Armstrong e fategli una strizzatina d'occhio.”"