09 agosto 2012

un'estate in più

Se quasi tutte le estati della tua esistenza le hai passate sulla stessa spiaggia ci sono delle cose di cui devi prendere atto.

Una per esempio è che quando arrivi ti sentirai osservata, ma anche quando arrivano gli altri tu li osserverai e vedrai se son ingraassati/dimagriti/diventati più carini/più simpatici o son sempre le stesse merde, per dirla con un eufemismo. Fa parte del gioco, basta saperlo.

E nell'arco del primo pomeriggio dovrai rispondere sempre alle stesse domande, che fino a qualche anno fa erano relative a scuola e università e ora al lavoro e a presunti fidanzati. E magari sul momento ti dà pure fastidio ma quando incrocierai qualcuno che conosci farai le stesse domande, anche se che tizio si è laureato o ha lasciato il moroso lo sapevi già da facebook.


Se tutti le estati puci le tue chiappe sempre chiare nello stesso mare allora ogni anno ti trovi a dover fare il punto della tua vita mentre guardi sempre la stessa isola, che un po' ti sa di casa anche se non ci hai mai messo piede. E se a chi incroci per una decina di giorni l'anno puoi abilmente evitare di dire certe cose, a te e a lei (e lei è ovviamente l'isola a forma di tartaruga) viene difficile non confessare che il tempo passa.
Se poi ti ritrovi con i piedini a mollo e pensi che solo 12 mesi prima alla GMG ti facevi la doccia e dormivi praticamente sotto le stelle con i capelli fradici e al mattino eri come nuova mentre ora per aver lasciato i capelli appena appena umidicci prima di coricarsi ti è toccato prendere le prime gocce per il mal di testa della tua vita non puoi far finta di nulla e tirar le somme: altrochè le primavere, qui sono le estati che iniziano a farsi sentire!!!

11 commenti:

S. ha detto...

Decisamente vero. Quando devi andare via però, nonostante tutto, un po' ti dispiace.

Kylie ha detto...

Assolutamente d'accordo. Capita anche a me tutti gli anni. Sulle domande sui fidanzati però dico sempre che non ho nessuno, così la storia finisce là.

Bacio

MissValerie ha detto...

io non l'ho mai provato ma deve essere una tortura... io urlerei: "voglio rilassarmi accipicchia!!!

Federica ha detto...

@ kylie: anch'io dico così: ma è la pura verità ^_^

Sara Pugliese ha detto...

parole sante

Giulia S. ha detto...

E' tutto vero, purtroppo mi ci ritrovo. Non per lo stesso posto delle vacanze, ma quando vado in Campania una volta l'anno dai parenti. Una volta che sei lì ti accorgi che è passato un anno, che sono tutti più vecchi, che tu sei più vecchia e che purtroppo nella mia vita non è che sia cambiato granchè! Il tutto ti porta a riflettere...

cri ha detto...

ah no, le estati sono benefiche e non portano all'aumento degli anni e acciacchi, ma solo alla positivita' del crescere e dell'umore!

minerva ha detto...

Tutto vero.
In famiglia, poi, c'è la discussione ideologica: mio padre e la sottoscritta che magari vorrebbero viaggiare, mamma e fratello che non cambierebbero mai luogo in cui fare le vacanze. Della serie: "Per quest'anno non cambiare stessa spiaggia e stesso mare"...L'hanno sempre vinta loro, purtroppo (è anche vero che la cosa ha i suoi pregi).

Isabel ha detto...

vero, però a volte è bello anche avere dei porti sicuri dove tornare :P

Silvia ha detto...

Assolutamente vero. Io per 18 anni ho fatto le vacanze sempre nello stesso posto, stesa pensione, stessa spiaggia, stesso periodo. E ogni anno ritrovavo le stesse persone che erano cresciute o invecchiate. Però un po' mi manca tutto questo!

Maruzza ha detto...

mi ci ritrovo in pieno!Tralasciano lo stress per le domande,a me viene più maliconia che altro...il pensiero fisso è "le cose cambiano e continueranno a cambiare"