22 novembre 2012

Detachment - Il distacco

Henry Barthes, il protagonista di Detachment interpretato dall'attore del Pianista, ha diverse cose in comune con John Keating dell'Attimo Fuggente: sono entrambi professori ed entrambi di passaggio. E il resto lo lascio a voi da scoprire, però!

Il professor Barthes per scelta è un supplente che passa nelle scuole dove lo chiamano, dà il meglio di sé e poi scappa. Un po' come fa nella vita.
In questo film lo accompagniamo in una scuola pubblica americana dove, per stessa ammissione della Preside, si concentrano i peggiori studenti del circondario.
Henry entrerà in questa spirale di dolore e violenza di ragazzi delusi dalla vita e arrabbiati con il mondo, genitori inadeguati e professori che hanno sviluppato strategie diverse per sopravvivere alla frustrazione di un lavoro che riesce a dare poche soddisfazioni e ancora meno successi.
Nel mentre scopriremo anche un po' della vita di questo professore, delle sue paure e della sua incredibile capacità di perdonare che, forse, gli ha permesso di non finire nella spirale d'odio e violenza che sta distruggendo i suoi allievi ma che gli ha lasciato addosso ferite che non riescono a cicatrizzarsi.

Il film a me è piaciuto molto: tratta un tema importante, son uscita dal cineforum con un bel mattone sullo stomaco e gli occhi lucidi ma non è lento o pesante... cosa molto rara!
Non è piaciuto solo a me, ma anche nientepopcorn lo inserisce al terzo posto tra i film più belli usciti nel 2012.

6 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

Questo lo affitto di sicuro!

luoghinonluoghi ha detto...

volevo vederlo.. forse nel we ce la faccio

cri ha detto...

l'ho visto: proprio bello

Strawberry ha detto...

da vedere!

gds75 ha detto...

la trama mi sa un po di già visto, però brody mi piace abbastanza da poterlo vedere tranquillamente.

frufru ha detto...

Me lo segno. Appena ho un attimo so cosa cercare!