28 febbraio 2013

Benedetto XVI

Benedetto XVI è il Papa che ho conosciuto davvero, che son stata  ad ascoltare. Con Giovanni Paolo II non l'avevo fatto.
La prima volta l'ho incontrato alla GMG di Colonia e non era nei programmi: quando avevo deciso di andarci era prima della morte di Giovanni Paolo II. Lui era l'altro Papa perché il mio Papa alla fine era rimasto Giovanni Paolo II. Però mi aveva colpito tanto il suo arrivo sul Reno e ho un buon ricordo di quella esperienza.
Due anni dopo è stata la volta di Loreto: un incontro a cui avevo deciso di partecipare veramente all'ultimo minuto. E lì ho imparato ad apprezzarlo davvero perché mi avevano colpito tanto le parole che aveva usato per descrivere il sì di Maria.
Poi son passati un po' di anni e siamo giunti a Madrid, GMG 2011: anche quella decisa con poco preavviso ma con una maggiore disponibilità all'ascolto. Il ricordo più vivo di quell'incontro è stato durante la veglia del sabato sera quando scoppiò un temporalone: al Papa era stato consigliato di allontanarsi e di lasciare la veglia, ma aveva voluto rimanere con noi. Un gesto che già allora mi aveva colpito per la forza di quest'uomo così anziano e alla luce delle sue dimissioni mi colpisce ancora di più.

La sua decisione mi ha lasciato spiazzata. 
Poi ho ascoltato ancora una volta quello che aveva da dire e le sue spiegazioni così semplici mi hanno colpito. Mi ha fatto riflettere questo Dio che non chiede a tutti le stesse cose, che ci conosce, che sa cosa possiamo sopportare e ci chiede cose differenti, ma ci ama tutti quanti. Son cose su cui dovrei riflettere. 

Semplicemente, GRAZIE.

Come questa notte, con Cristo potrete sempre affrontare le prove della vita. Non lo dimenticate!
[Benedetto XVI, Madrid 2011]

9 commenti:

Erika Zomer ha detto...

la sua decisione mi ha colpito e l'ho ammirato di più! Come uomo oltre che come Vicario di Cristo. Semplicemente ci ha insegnato moltissimo!
Grazie anche da parte mia

Serena ha detto...

ha fatto la cosa giusta...un grande uomo

Mìgola ha detto...

Ciao! Arrivo qui per caso e mi permetto di dire la mia, subito! ;)
Io non so se ha fatto la cosa giusta come dice Serena ma il gesto è talmente forte che ti colpisce e personalmente mi ha lasciata interdetta! Un abbandono...io l'ho vissuto così! Ma certamente sbaglio!

Ps
Splendida la recensione del film De rouille et d'os
Torno!!

Chiara ha detto...

Questo Papa non mi ha mai convinto molto. Non sono riuscita ad affezionarmi a lui, forse perché il precedente era il Papa della mia infanzia e magari l'ho visto per troppo tempo come "insostituibile".

L'altro giorno pensavo che potrei raccontare ai miei nipoti di aver visto in 22 anni di vita ben tre Papi. Può essere considerato un record? :-)

Buona serata!

Kylie ha detto...

Credo che la sua decisione reale se la porterà nella tomba. Vedremo chi lo sostituirà in questo momento difficile.

Un bacione cara

Laura ha detto...

Anch'io ho conosciuto questo Papa...in udienza generale. Una decisione di grande intelligenza e umiltà credo.

Adriana Riccomagno ha detto...

Anch'io mi sono affezionata molto di più a questo Papa che al suo predecessore. E anch'io sono stata a conoscerlo, a un'udienza papale, qualche anno fa. Non lo dimenticherò!

UIFPW08 ha detto...

Ha lasciato tutti spiazzati cara Federica, tutti quanti.
Un abbraccio
Maurizio

Sara Pugliese ha detto...

Concordo pienamente con te, io ho amato da subito questo Papa. Comprendo la sua scelta.