01 dicembre 2014

I luoghi abbandonati del mio viaggio

E' sempre così: leggo il titolo dell'argomento del senso dei mie viaggi e penso che stavolta non ce la posso proprio fare a partecipare,,, e poi mi trovo con il problema di decidere che cosa scartare! Questo mese Clara propone di parlare di luoghi abbandonati e, se vorrete farlo pure voi, c'è tempo fino al 5 dicembre.

Le periferie delle grandi città argentine

Non ho foto dei posti da dove vengono i bambini con cui lavoro: nei loro quartieri, che qui si chiamano villas, ci hanno proibito di entrarci o di avvicinarci perché è pericoloso. Ho qualche idea di come possano essere perché mi ricordo com'era quello di Buenos Aires. Il problema è che questi luoghi son anche fin troppo densamente abitati, ma ci si ricorda di loro solo quando serve. Ovvero in tempi elettorali. Scelgo la foto di un quadro di Antonio Berni (1905-1981) che ha rappresentato la vita di Juanito, un bambino qualunque di una villa, in molte opere. Della mostra che ho visto a Buenos Aires vi parlerò poi più avanti in un post apposito perché mi è piaciuta tantissimo.

Valparaiso, porto abbandonato  e rinato
Valparaiso era l'ultimo porto utile prima di attraversare lo stretto di Magellano ed era una città ricca. Poi hanno aperto il canale di Panama ed è diventato un porto inutile, nessuno se lo filava più. E Valparaiso ha abbandonato le sue aspirazioni da città di marinai e si è riempita di artisti. Ora sulle lamiere con cui i marinai rivestivano le loro case per proteggerle dal vento ci sono coloratissimi murales e turisti ad ogni angolo. 

Parque Nacional Quebrada del condorito, Cordoba, abbandonata dal pullman
La scorsa settimana sono stata abbandonata dal pullman che doveva riportarmi a Cordoba! A 2000 metri di altezza ed in mezzo al nulla a più di un centinaio di chilometri dalla città: ero furiosa. Il pullman è arrivato troppo pieno e semplicemente ha tirato dritto lasciando me e gli altri sfigati in balia del niente. Grazie al Cielo mi ha riaccompagnato alla civiltà un giovane guardiaparco carino che aveva finito la sua giornata lavorativa... se fossi stata un po' più sveglia e lo avessi invitata a bere una birra per ringraziarlo del passaggio, forse, il giorno dopo invece che andare all'ufficio turistico per protestare avrei mandato un mazzo di fiori a quelli della compagnia dei trasporti :)

11 commenti:

MikiMoz ha detto...

Ahaa, non ci credo!! Ti han lasciata lì in mezzo al sertao? XD

Moz-

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

No ma ti prego: abbandonata in mezzo al deserto a 2000 mt di quota?! guarda come luogo abbandonato avrei scelto il porto poi rinato grazie agli artisti, ma dopo aver letto tutto no: scelgo il terzo, assolutamente.
e viva i guardiaparchi!!
(carino, almeno?!)

Maruzza ha detto...

Abbandonata in mezzo a nulla nel deserto vince il premio come abbandono dell'anno!Il lato positivo è l'incontro con il guardiaparco ;)

Federica ha detto...

@luna e maruzza: in realtà non era deserto ma montagna. Però era deserto nel senso che per km e km non si incontrava un paese o una cittadina

Dany M ha detto...

Poveraaa :-) !!

Norma ha detto...

Bei posti, sono stata in Argentina un po' di anni fa per lavoro, era circa il 2000, la base era Buenos Aires e poi siamo stati a Cordoba però abbiamo visto solo l'aeroporto (lavoro per un aeroporto)
Paese meraviglioso, bisogna conoscerlo però ho un appunto da fare, se la costata la chiedo poco cotta così me la devi dare.
Scelgo Buenos Aires, la adoro
Ciao
Norma

Chiara Pancaldi ha detto...

Ciao Federica, io voto la seconda foto, mi piace come da un porto abbandonato sia nato un progetto artistico!

Silvia ha detto...

Se non fosse arrivato il guardia parco avreste potuto fare "Balla coi puma" :-)

monica ha detto...

Quella dei "balla coi puma" è proprio carina e anch'io scelgo questa foto x il taglio inedito cge dá al tema di questo mese

vagabondele ha detto...

Valparaiso da come l'hai descritta, mi piacerebbe sicuramente! Capperi, quest'elenco di posticini da visitare diventa ogni giorno più lunga!!!

Alessandra ha detto...

Bellissimo il porto rinato grazie agli artisti! E belle anche le altre due foto. Certo l'ultima dà un brivido in più, qui non si tratta solo di luoghi abbandonati, ma anche di persone! Fortuna che c'è un lieto fine!