07 novembre 2015

La famiglia Bélier

Paesello della Normandia, più mucche che persone.
E una famiglia di agricoltori sordomuti: i Bélier.
Paula ha 16 anni e non solo è l'unica in casa a poter ascoltare e parlare, ma scopre all'improvviso di saper cantare benissimo.
Il suo professore di coro le propone quindi di prepararsi per un concorso canoro che le offrirà la possibilità di studiare a Parigi.
Come farà Paula a far capire alla sua famiglia un sogno che loro non possono sentire?


La famiglia Bélier affronta i temi cari all'adolescenza: la voglia di evadere, la voglia di trovare la propria strada, le paure, i sogni che sembrano irrealizzabili. E lo fa con il sorriso e la musica.

E' un film che piacerà anche ai più grandi (a che età finisce l'adolescenza?) perché tutti noi abbiamo una meta ancora da raggiungere e dobbiamo imparare a volare.
La famiglia Bélier è un film da lucciconi, di quelli che ti alzi dalla poltroncina del cinema con un po' di imbarazzo e scopri che non sei l'unica che ha il cuore un po' più caldo!
E se lo dico io che con i film francesi non vado per nulla d'accordo!!!
Anche quest'anno al cineforum ci vado con Claudia e qui potete trovare la sua opinione!

7 commenti:

Marco Goi ha detto...

Film da lucciconi, ma anche parecchio divertente.
Bella lì, Bélier! :)

minerva ha detto...

che carino quel film :) io non vedendoci mi sono un po' rotta le scatole quando la ragazzina usava il linguaggio dei segni coi suoi, perché ovviamente non capivo nulla. però è adorabile, e il messaggio che trasmette è davvero tenerissimo ;)

Audrey Borderline ha detto...

sembra davvero molto belle e diverso dal solito. Spero di avere l'occasione di vederlo perchè mi intriga ;)
buona domenica

Laura ha detto...

Lo guarderò...grazie per la recensione! Un abbraccio.

Valentina M. ha detto...

Lo devo aver visto tra i film di mia sorella sul pc. Devo recuperarlo ^-^

Silvia ha detto...

Lo devo vedere assolutamente! Grazie per la segnalazione :-)

Francesca F. ha detto...

Il cinema francese non mi ha mai fatto impazzire, ma questo film l'ho visto durante il corso di francese, appunto, e alla fine, tra le risate, eravamo tutte il lacrime. Mi è piaciuto molto nonostante non abbia capito proprio tutto tutto :)