30 dicembre 2015

Bignami MMXV

Che anno strano il 2015, un anno breve di soli 10 mesi ed un anno in cui tutto mi pare sia trascorso lentissimo e alle volte quasi stagnante. Fermarsi a fare il punto su quello che è capitato è la strategia che uso per focalizzare la mia attenzione sulle cose belle che ho e smettere di frignarmi addosso.

Gennaio e febbraio del 2015 in realtà fanno parte del mio anno argentino e quindi si inizia da marzo.

Marzo: è stato il mese del rientro, del riprendere le proprie piccole grandi abitudini, ma anche del sentirsi con il cuore ancora da un'altra parte. No, non è facile rientrare a casa, anche se lo si è desiderato tanto.
Certe amicizie sono infinite <3
Aprile: ho ripreso ad andare al cinema, ma proprio tanto, per tutti i film che quando vivevo fuori Mendoza non avevo avuto voglia di muovermi e andare in centro a vedere.

Maggio: gita a Gardaland riuscitissima: una delle giornate più divertenti di tutto l'anno! ma non so se chi è venuto con me può dire altrettanto.

Giugno: purtroppo quando uno cammina sul filo del rasoio finisce per cadere ed è quello che è successo ad una persona a cui voglio molto bene :(

Luglio: la mia estate è stata un'estate al mare tra lavoro in Sardegna e Liguria: stancante ma abbronzante, per quanto concesso a una mozzarella come me!

isola-galllinara-savona
Isola Gallinara (SV)

Agosto: una breve vacanza in Calabria per andare a trovare un amico... e mangiare la parmigiana di melanzane in spiaggia!
calabria-turismo-culturale
Cattolica di Stilo (RC)
Settembre: a settembre ho letto un libro bellissimo Ho paura torero, una lettura breve ma di quelle che ti restano dentro per molto tempo.

Ottobre: Expo. 4 lettere che dicono tutto.

Novembre: che mese strano! un mese di cose inattese che sembravano opportunità e non lo so se lo sono!


Dicembre: si è sposata la mia amica S. ed è stato bellissimo aiutarla a preparare tante cosette...


E ora 2016... stupiscimi!

3 commenti:

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Mi sono sempre chiesta infatti come fosse il tuo rientro. Mi pare di capire bello. Auguri infiniti per un anno colmo di stupori, sorprese bellissime, meraviglie continue.
E tanti baci

G ha detto...

Che belli quei braccialetti, Fede! :-))
Anche io sono stata a Cattolica, una volta, bella vero??

Come sempre i tuoi post sono velati di questa dolcezza trasognata che mi infonde tanta calma e serenità.
E spero che questo nuovo anno sia un anno di tutto ciò che di buono ci sia al mondo, che ti sappia sorprendere e rendere felice, dal primo all'ultimo giorno :-)
Un abbraccione!

Ail Finn ha detto...

Dev'essere stato veramente strano ritornare "alla propria vita" dopo un anno in un altro mondo, con un'altra lingua... penso mi sarei sentita anche un'altra persona là...
Buon anno e confidiamo nel 2016!!!