19 dicembre 2008

Babbo Natale triste


Io mi odio per come riesco sempre a impegolarmi.

Tre anni fa parlavo con A. e M. (fratello e sorella all'epoca lui in terza elementare e lei in seconda) di Natale. Erano immigrati da qualche mese dal Marocco e non avevano capito bene come funzionava sta cosa del Natale: avevano visto le luminarie, gli alberi addobbati, avevano fatto qualche domanda ma l'italiano era quel che era e mi ero limitata a dire che era una cosa della religione.

Quando son tornati a scuola hanno capito che oltre la religione era passato pure Babbo Natale che aveva scaricato tonnellate di giocattoli nelle case dei loro compagni di scuola.


Quindi A. tutto serio mi dice: "sai non so se Babbo Natale da noi non passa se è perché non abbiamo il camino o se è perché siamo musulmani!", tutto questo con un'aria da cane bastonato e la sorellina ancora più triste. e io cosa son andata a dirgli? ma sarà per il camino gioie!


L'altr'anno super sorpresa: Babbo Natale è arrivato al doposcuola con qualche giorno d'anticipo e ha lasciato pacchetti per i bimbi nella credenza della cucina. Commento di M "ma questo... ma questo è l'oratorio più bellissimo del mondo!".


Un paio di settimane fa mentre li portavo a casa:

A. Ma tu dove la metti la letterina di Babbo Natale?

Io Fuori dalla finestra

M. Ma no tu ci avevi detto che la mettevi nel camino

Io ah già...

A. senti noi ti portiamo la nostra letterina tu la puoi mettere nel tuo camino?

Io (colta alla sprovvista) Ma non so, ora vediamo eh.


Nelle ultime settimane ho indagato i loro desideri: mp4 di Hanna Montana e PlayStation. e io a cercare di convincerli che era meglio se sceglievano qualcosa di più piccolo, più modesto.

Anche oggi è passato Babbo Natale... ha portato dei dvd autoprodotti, diciamo così.

Quasi pronti per andare a casa mi chiamano in un angolo, lontano dagli sguardi di altri bimbi. Mi mettono in mano due buste: quella di M tutta cuoriciosa e colorata, quella di A. invece è la classica busta gialla della segreteria della scuola pure intestata.

Apro di nascosto: due letterine curatissime scritta bene, in bella calligrafia, con i disegnini persino quella di A.


Io: sentite, però Babbo Natale già è passato e vi ha portato il dvd non siete contenti?

M. sì ma io preferivo quello sai?

Io: e va beh ma ormai Babbo Natale è passato a ritirare le letterine..

A [serissimo] ma Natale non è ancora passato quindi la letterina si può mettere


Ho provato a spiegarglielo in tutti i modi. niente. non li schiodi di un centimetro. e io ora guardo quelle letterine e sono tanto triste!

6 commenti:

AndreA ha detto...

...un bel problemotto eh??

...affidati ad una storia, che possa aiutarti a fargli capire meglio cosa intendevi dire loro...


Un abbraccio ...

Suysan ha detto...

Capisco la tua tristezza...prendi comunque le letterine e digli che le appenderai al camino ma digli anche che Babbo natale non ha molti soldi e che non sempre realizza i desideri di tutti i bambini e che magari il prossimo anno andrà meglio!!!

Piermatteo ha detto...

mmm... i miei problemi non sono nulla rispetto ai tuoi!!! :( Non essere triste anche tu!

Grissino ha detto...

Direi che Suysan ha ragione...

LaStefy ha detto...

Perchè non gli scrivi una lettera da parte di Babbo Natale che gli spiega che per quest'anno i regali li ha già portati...che devono accontentarsi perchè lui ha tantissimi bambini da accontentare e non è un'impresa facile...che cmq li ha osservati per tutto l'anno e ha visto che sono due bambini molto bravi, ecc. ecc.... Poi magari aggiungi un cioccolatino...non so, a me da piccola una cosa così mi avrebbe riempito di gioia!! :-D ...facci sapere...

luce ha detto...

IO invece proverei a parlare con i genitori dei bambini anche se la cosa è difficile potete trovare una soluzione insieme.