23 giugno 2022

Maggio 2022

Questo è un riassunto molto molto rapido di maggio, che arriva con estremo ritardo. 

Giusto due appuntini e va bene così :)

Libri:

Non l'ho fatto apposta, ma in un mese ho letto 2 libri che raccontano le guerre (la prima e la seconda) e un romanzo davvero tanto bello!



melissa-da-costa-primo-libro

Tutto il blu del cielo --> è il primo romanzo pubblicato in Francia da Mélissa Da Costa, ma il secondo pubblicato in Italia. Io non ho (ancora) letto I quaderni botanici di Madame Lucie, quindi non posso fare paragoni.

Posso però dire che Tutto il blu del cielo è uno di quei romanzi da leggere senza farsi scoraggiare dalle sue 600 pagine.

Se ami i libri che fanno piangere ed i libri che raccontano i luoghi in cui sono ambientati: troverai tante descrizioni di luoghi francesi, soprattutto sui Pirenei e dalle parti di Saint Malo.

Da maneggiare con cura se però sei sensibile a temi come l'autismo, le malattie come l'Alzheimer e la morte!


liliana-segre-libro


 La memoria rende liberi --> biografia di Liliana Segre, che non ha bisogno di presentazioni.

La parte più toccante è sicuramente quella relativa al periodo nei campi di concentramento. Molti episodi narrati li avevo già ascoltati nelle sue apparizioni televisive, ma mi hanno ugualmente commossa. 

Molto interessanti, in quanto per me semi-inediti, i racconti relativi al prima e al dopo di quell'esperienza. 

Davvero un bel libro intenso, da leggere: conoscere è il primo passo perché non accada mai più.


ilaria-tuti-prima-guerra-mondiale

 Fiore di roccia --> è il primo libro che leggo di Ilaria Tuti e mi è sembrato un po' noioso, nonostante racconti una storia che non avevo mai sentito. Non sapevo nulla delle donne del Carso che durante la Prima Guerra Mondiale rischiavano la vita, oltre che la salute della loro schiena, portando enormi carichi ai soldati nelle trincee.








Audiolibri:



Harry Potter e i doni della morte --> sono arrivata alla fine della mia avventura con gli audiolibri di Harry Potter.  Già lo so che prima o poi riprenderò in mano i libri cartacei di Harry che amo tanto perché io ogni tanto ho la necessità di tornare ad Hogwarts.

L'audiolibro è bello, ma il libro di più!








15 maggio 2022

aprile 2022

 Ad aprile per la prima volta dopo mesi mi sono sentita più leggera: sarà stata la primavera? Il caldo? Qualche giorno di ferie? I picnic o un fine settimana al mare? 

Sia come sia, mi sono tenuta appiccicata addosso il più possibile la sensazione di leggerezza che questo 2022 malmostoso tendeva a soffocare.


Libri:

Sono rimasta impantanata in una lettura pesante, ma poi mi sono ripresa alla grande con un libro leggero leggero ed una lettura davvero intensa.

Per la prima volta  dell'anno non ho tenuto fede ai buoni propositi e non ho letto nessuno dei tanti libri che prendono polvere sulla mia libreria.


romanzo-lago-bracciano

L'acqua del lago non è mai dolce è una lettura stupenda. 

La storia di una ragazzina con una storia familiare difficile che va a vivere da Roma ad un paesino sul Lago di Bracciano. 

E' una storia molto dura, ma dalla protagonista, che la si ami o la si odi, non ci si riesce a staccare.

Della stessa autrice avevo letto La grande A, che non mi era piaciuto molto: sono contenta che mi abbiano convinto a darle un'altra possibilità.



libro-sulla-mole-antonelliana

Ba-da-bum. Canzone della Mole --> Il Gdl #unannoconlearti di Sam e Marta mi sta sfidando a scervellarmi per bene mese dopo mese. Per aprile il tema era l'architettura e io ho scovato un libricino di Culicchia, autore torinese, in cui narra le gesta dell'Antonelli e delle peripezie con cui la Mole è quella che conosciamo oggi e che, sfidando la sorte, guardavo quando andavo all'Università.

Sapevo che prima di diventare la sede del Museo Nazioanle del cinema (consigliatissimo a chi viene a Torino!) era stata pensata per essere una Sinagoga ma non sapevo che l'Antonelli avesse alzato sempre di più il suo progetto e che le varie commissioni che gli bloccavano i lavori temessero per la sua stabilità e che facesse, per l'appunto, Ba-da-bum! 

Imperdibile? no. Carino per chi vuole visitare Torino? Sì! 

Tra i libri proprio bellini  per prepararsi ad una visita a Torino secondo me il migliore è Qualcuno sta uccidendo i migliori cuochi di Torino. 

 Di Culicchia ho letto:

Ameni inganni: bocciatissimo!

Essere Nanni Moretti: carino e divertente: ottimo da portare in spiaggia!

My little China girl: racconta di un viaggio a Pechino ma secondo me è carino per scoprire qualcosa di più sui cinesi con gli occhi di un italiano in vacanza.


Il re ombra era la proposta del Gdl di Acciobooks e pareva interessantissimo. La guerra di Etiopia è una colpa che noi italiani abbiamo collettivamente rimosso: una serie di porcherie che però ai tempi ci inorgoglivano così tanto da voler immortalare in una serie di foto di Ettore Navarra, detto Foto.

L'altra parte della storia è quella della resistenza etiope delle donne che non stanno nell'ombra delle guerra ma ne sono parte attiva.

Mi è sembrato infinito, molto più delle 440 pagine che lo compongono, confusionario e pesante.

Per me è no e basta.

Casualmente l'altro libro che ho letto sull'esperienza colonialista italiana è La grande A della Caminito, di cui parlavo prima, e che non mi è piaciuto. Si accettano suggerimenti sul tema!

Audiolibri:


Prosegue la mia audiolettura di Harry Potter. 

Quanto io ami questa saga che mi stupisce sempre come fosse la prima volta è difficile da spiegare.








Gironzolii:

Ho fatto una cosa che non avevo mai fatto prima: sono stata in Liguria e non per spiaggiarmi a mare, ma per andare a camminare.

Il sentiero del Pellegrino che unisce Varigotti e Noli regala scorci molto particolari...


... ed assolutamente indimenticabili!
La grotta dei falsari si raggiunge facendo una deviazione dal sentiero principale. 
Non è facilissima da raggiungere: ci vogliono scarpe idonee ed assolutamente non è proponibile con dei bambini. 
Se ce l'ho fatta io però significa che non è nemmeno complicatissimo... e ne vale la pena!
Fonte: In viaggio con Monica


16 aprile 2022

Marzo 2022

Libri:

Questo mese pensavo di essere stata particolarmente brava perché ho addirittura scritto 2 recensioni... poi arrivo con il riassunto di marzo a Pasqua!
Il mio mese è stato, nemmeno a farlo apposta, anglofono: 1 autrice inglese, 1 autrice irlandese ed un autore statunitense. In più il libro di Michela Murgia, per il Gdl di Tomi e tomini, per dare un po' di italianità alle mie letture marzoline.
I luoghi toccati a marzo



L'arte di correre sotto la pioggia --> perché non l'ho letto prima questo libro che a suo tempo è stato un best seller? Bello ed emozionante.
Il protagonista è un cane anziano e quindi se siete sensibili all'argomento non sottovalutate questo aspetto. 
Fa piangere? Un po', ma mai quanto Io & Marley!











libro-guerra-per-ragazzi


Buonanotte, signor Tom --> quasi una favola per bambini che racconta la guerra (la Seconda Guerra Mondiale su Londra) con protagonista un bambino che viene salvato, in tutti i modi in cui si può essere salvati, da un signore burbero che lo accoglie in quanto sfollato.
Intenso e tenero.













Dove sei, mondo bello --> terzo romanzo di Sally Rooney. Alterna momenti noiosi. quelli dello scambio di mail tra le amiche, ad altri molto più ritmati. Nonostante tutto sa farsi leggere. 
Per me è indubbiamente meglio Persone normali.












Morgana. Storie di ragazze che tua madre non approverebbe --> Le storie di 10 donne diversissime tra loro (si parte con Moana Pozzi per passare subito dopo a Caterina da Siena) ma che hanno in comune la capacità di essere anticonvenzionali. 
Non figure positive, non eroine, ma donne vere seppur abbiano vissuto vite al limite.
Carino ma non mi ha conquistato.








Audiolibri:
 
Andare a lavorare ascoltando Pannofino che legge Harry Potter è un piacere. La controindicazione è che poi, nonostante abbia riletto più volte i libri e sappia benissimo come procede la storia, per le successive ore mi perdo a pensare a quanto manchi per uscire e risalire in macchina.

Pannofino sa rendere benissimo l'intensità di questo sesto capitolo, cruciale, di Harry Potter.
Le ri-traduzione di tanti nomi di personaggi secondari mi disturba però un po': sono affezionata alla prima traduzione, forse meno fedele all'originale ma a cui sono più legata.









Film:

Cyrano --> rivisitazione del classico Cyrano: qui non ha il naso lungo ma è un nano.
Spettacolare nei costumi, bella la scelta del musical ma, seppur mi sia piaciuto, non mi ha fatto innamorare.












Licorice pizza --> c'è l'America degli anni '70 con la crisi petrolifera di mezzo, c'è la differenza d'età che sembra impedire l'amore, c'è il desiderio di lottare per quell'amore, ci sono tante altre cose che potrebbero rendere questo film una delizia. Invece è così lento che diventa soporifero.

29 marzo 2022

Dove sei, mondo bello

Dove sei, mondo bello: la trama

4 trentenni (chi più e chi un po' meno): Alice è una scrittrice di grande successo, Eileen che lavora per una rivista letteraria ma con uno stipendio ridicolo, Felix magazziniere dal passato non chiarissimo e Simon che cambia spesso fidanzate sempre più giovani ma ama da sempre la stessa ragazza.

Tutti e quattro in crisi, con mille domande e poche certezze verso un futuro "bello".



3 cosette su Dove sei, mondo bello

Dove sei, mondo bello è il terzo libro di Sally Rooney, che ormai è una scrittrice acclamata e di successo. La copertina di questo libro, a differenza dei due precedenti, è la stessa in tutte le lingue. Unica eccezione è una versione a colori invertiti, gialla e blu, per una edizione speciale. Piccola curiosità: per una scelta politica  dell'autrice irlandese Beautiful world, where are you non è stato tradotto in israeliano.

Persone normali mi era piaciuto tanto e avevo pensato che se lo avessi letto a 20 anni, l'età dei protagonisti, mi sarebbe piaciuto pure di più.

Quando ho letto che il terzo libro della Rooney aveva come protagonisti dei trentenni il livello delle mie aspettative è balzato alle stelle. 

La struttura ricorda un po' quella di Persone normali: capitoli intervallati da salti temporali e, in questo caso, mail tra Alice e Eileen, che sono amiche dai tempi dell'università. 

Anche il tema resta sempre quello, seppur sviluppato in modo diverso: quanto è difficile comunicare e comunicarsi? Quanti fraintendimenti si creano e ci creiamo?

E' difficile per me dire se questo libro mi sia piaciuto. L'ho trovato confusionario all'inizio ed estremamente noiose le tante parti delle mail.

Eppure mi sono ritrovata a leggerne un paio di pagine mentre facevo colazione, curiosa di sapere come sarebbe andata avanti la storia.

Quindi presumo di poter dire che Dove sei, mondo bello non mi è piaciuto molto ma Sally Rooney sa il fatto suo!


Autrice: Sally Rooney, di cui ho letto anche Persone normali
Anno prima pubblicazione: 2021
Pagine: 312
 Dove: in Irlanda 
Un'altra recensione: la recensione di RivistaStudio mi ha fatto ridere quando dice: "velocizzando le parti saggistiche contenute nelle mail che le due amiche si scambiano. Per velocizzare intendo che leggo come quando si ascoltano i vocali su Whatsapp a 2x: col cervello spinto al massimo per carpire ogni informazione sperando che finisca il prima possibile, perché quello che voglio sapere è se i protagonisti scopano, e se sì, come lo fanno" 

20 marzo 2022

Buonanotte, signor Tom

Trama di Buonanotte, signor Tom

1939: migliaia di bambini vengono fatti evacuare da Londra verso le campagne, temendo l'inizio dei bombardamenti tedeschi. Fra questi bambini c'è anche William Beech: ha 9 anni ed è evidente che sua mamma lo maltratta. Verrà affidato al signor Tom, un vedovo senza figli burbero ma che ha tanto affetto da dare.




3 cosette su Buonanotte, signor Tom

Michelle Magorian pubblica questo libro nel 1981 e conquista fin da subito il cuore degli inglesi, tanto da diventare un classico della loro letteratura.

Questo libro non parla di affido come lo conosciamo noi oggi, ma parla dell'amore che salva sia chi è accolto sia chi accoglie. E' una storia di grande tenerezza e di speranza.

E' una favola moderna con un bambino come protagonista. E' una lettura adatta ad un pubblico adulto ma anche ai ragazzi, nonostante ci siano dei passaggi molto crudi, per il valore salvifico dell'amicizia, della famiglia e, anche, della scuola.
Autrice: Michelle Magorian 
Anno prima pubblicazione: 1981 
Pagine: 300 
Dove: tra Londra e l'immaginario villaggio di Little Weirwold 
Un'altra recensione: mi fido sempre dei giudizi di Azzura di Silenzio sto leggendo
Di Buonanotte, signor Tom dice: "Una storia semplice, ma non per questo priva di grandi emozioni. Ci saranno personaggi detestabili con cui fare i conti, e ci saranno, nei capitoli finali, tante lacrime da versare. Non vi anticipo nulla, è ovvio, ma leggendo capirete voi stessi cosa potrebbe succedere."