10 febbraio 2009

Tette


Ci son 2 motivi che mi spingono a trattare questo argomento dall'alto contenuto culturale.


1. settimana scorsa sono andata da Tezenis e ho comprato una canottiera della salute beige verdolino e un reggiseno fucsia. Sarò sincera: non ero entusiasta di nessuno dei due: la canottiera è di un colore bruttino e di reggiseni ne ho visti di migliori. però erano scontatissimi: la canottiera l'ho pagata 2,50 € ed è di un buon cotone mentre il reggiseno costava 13 e l'ho pagato 4: non potevo lasciarlo!

infatti ho fatto mezzo danno... l'ho preso e l'ho posato, poi l'ho ripreso e me lo son comprata... peccato che in sto tira e molla non ho più preso quello che avevo preso ma il vicino quindi al posto che una terza a casa mi son accorta che avevo preso una seconda. pazienza mi son detta, lo provo e se non mi va lo regalo a qualche amica. Ci speravo... e invece anche se un po' giusto mi va porcamiseriaccia. qualcuno settimana scorsa mi ha chiesto se ero dimagrita, a quanto pare sì ma direi solo in un punto. che culo!


2. ho letto che vogliono vietare alle minorenni di rifarsi il seno. e giù a dare percentuali di fanciulle che vorrebbero avere delle tette rifatte. la cosa non mi stupisce neanche un po'. a me se a 12-13-14-15 anni mi avessero detto "Vuoi delle tette più grandi?" io non ci avrei pensato due volte a dare il 30% dei miei neuroni per una taglia in più, per due taglie in più gliene davo anche il 50%, l'opzione Cristina del GF non l'avevo considerata ma penso che avrei dato un 80% tranquillamente. Che poi a me son venute che avrò avuto 16-17 anni quando ormai Cioè mi dava per spacciata e consigliava di farsene una ragione a essere piatte come tavole da surf!

Ora però mi dico ma i chirurghi plastici non ci arrivano da soli che forse i desideri di una ragazzina quando hanno conseguenze sulla salute e sono permanenti non per forza vanno assecondati? un minimo di deontologia professionale no? e i genitori non ci arrivano da soli neanche loro che per lo meno sarebbe il caso di posticipare? Quindi ben venga una legge. Chi vuole rifarsele si gonfi ma lo faccia quando ha le capacità per pensare bene anche a tutte le conseguenze.

Oggi a 23 anni ho raggiunto il mio equilibrio: continuerò a lamentarmi "uhhhh se fossi bella prosperosa!", che poi mi lamento sempre mica posso evitare di farlo su questo argomento. Ma io la plasticaccia sotto le tette non me la farei mettere... meno male che quando ero giovane io non si era così imbecilli!




18 commenti:

Grissino ha detto...

A me non piacciono troppo prosperose... :-P

Lady Cocca ha detto...

stellina mia, non pensare che avere le tette più grandi risolva la situazione.. spesso ci sono un po' scocciature, e credimi che se potessi te ne regalerei una taglia delle mie.. :)

in tv spesso questi chirurghi dicono che fanno molta attenzione alle richieste delle pazienti e valutano molto attentamente quello che le spinge a fare un'operazione di questo tipo.. ma, alla fine, secondo me sono tutte balle colossali..

Tarkan ha detto...

Come darti torto? Io bandirei qualunque intervento estetico se si è ancora minorenni (tranne casi particolari) rifarsi quando si è ancora in fase di sviluppo secondo me è deleterio. E dovrebbe essere lo stesso chirurgo plastico a rifiutarsi di operare. Non dovrebbe essere la legge a vietare certi interventi, ma la stessa etica del medico...

Pupottina ha detto...

la deontologia dei chirurghi plastici va a farsi friggere quando si tratta di soldi... farebbero qualsiasi cosa ed a chiunque....

buon mercoledì

La Lunga ha detto...

infatti, apparte che ci sono persone che non amamno le tettone, e poi a quanto pare sia io che te siamo la prova vivente che la speranza è l'ultima a morire. anzi io me ne sono sempre fregata della tagliadel reggiseno a me ne sono accorta solo quando quelli vecchi m istavano piccoli e maschi faceva apprezzamenti delicati tipo "bestia che polmoni!"

ANNA ha detto...

Mai avuto di questi problemi anzi... sono partita con una quarta a 15 anni e mi vergognavo come na ladra coprendomi con maglioni enormi. Perchè non mi sentivo ancora donna e in effetti... quello che rovina adesso le adolescenti è che si credono già donne fatte quando forse ti rendi conto verso i 30 di chi sei veramente. Cmq avendo io problemi opposti potrei rivolgermi al chirurgo per riduzioni e liposuzioni varie ma onestamente mi vado benissimo così ;) abbraccio stropiccioso! :))

katiu ha detto...

Concordo con Tarkan, in fase di sviluppo dovrebbero essere banditi tutti i tipi di interventi chirurgici.

Non centra con l'argomento in senso stretto, ma pensa che quando a settembre ero dal mio tatuatore di fiducia, è entrata una ragazzina di 16 anni con la madre. La ragazzina voleva farsi un tatuaggio sul seno, e la madre l'accompagnava in quanto sapeva che per i minorenni ci voleva il consenso dei genitori.
Bè, si sono rifiutati di farglielo, in quanto il seno a quell'età è ancora in fase di sviluppo e non si può "disegnarci" sopra sapendo che 1) il disegno si potrebbe modificare se il seno cresce 2) tutto sta ancora crescendo a quell'età.
Bè, mi ha stupito per la serietà!

Sergio ha detto...

La deontologia non esiste, forse per pochi..per loro conta fare soldi..io preferisco tette normali..a poi con una rifatta magari in intimità rischi di fargliele anche scoppiare..sai che schifo! No no..meglio non stravolgere la natura..

lindöz ha detto...

Ma scusa, se dici che metti la terza... a me sembra occhei. No?
Boooh, taglie italiane, ci capisco niente.

Delfim Peixoto ha detto...

Gostei de visitar-te e de te ler
:)

Delfim Peixoto ha detto...

Gostei de visitar-te e de te ler
:)

Federica ha detto...

@ grissino: a me sì però! ;D

@ ladycocca: capisco ci siano i pro e i contri... io se vuoi qualcosa prendo :)

@ tarkan, sergio e pupottina: lo trovo veramente triste che uno debba arrivare a fare una legge quando invece basterebbe un po' di buon senso!

@ lunga: dovremmo impegnarci per diffondere questo messaggio di speranza!

@ anna: ognuno ha la sua croce :) e chi ha pane non ha i denti!!!

@ katiu: tanto di cappello... io però un tatuaggio a una minorenne ovunque sia non lo farei fare!

@ lindoz: cosa vuoi... una non è mai contenta!!!! ihih!!

@ delfim: spero di rivederti ancora!!

M!KA ha detto...

Sono stata una tavola da surf fino ai 15. poi la mie tette hanno sviluppato vita propria a in pochi mesi mi sono ritrovata addosso una 4... che con orgoglio, oggi, mi porto dietro e che non danno segno (grazie a Dio!!!) di cedere!!! ora, riflettendo sul tuo post: se me le fossi rifatte a 14 anni, ora avrei la 7.. sarebbero tette miste, mezza ciccia mezza plastica.. e arriverebbero nei pressi delle ginocchia,credo.. si, menomale che ai tempi miei non si era così imbecilli!!!

Mio Capitano ha detto...

Credo che si vada verso la tetta libera regalata dopo letterina a Babbo Natale, c'è poco da fare. Ciao.

Ki@rina ha detto...

Credo che in giro ci siano anche professionisti seri....e questo un po mi solleva; anche se purtroppo ce ne sono molti che assecondano qulasiasi richiesta
Mi preoccupano questi ma ancora di piu' i genitori che assecondano le ragazzine!
una terza non mi sembra male! ma si io mi vado bene con le mie tette piccole! Ho la scusa che sono una tappa e dico che sono in proporzione!
smak

AndreA ha detto...

Credo che dipende tutto dal fatto che lo si viva come un problema oppure no..

Un abbraccio ... :-)

frufrupina ha detto...

Ciao bellissima,auguroni di San Vaalentino...bacioni.

Barbara ha detto...

Mi sono ormai rassegnata ad una miserissima prima...attendo cambiamenti dall'adolescenza, ma adesso, alla veneranda età di trentaquattro anni, devo accontentarmi. Eppure sembro non rassegnarmi ed aspetto....poi capisco che è tutto dovuto ad un trauma infantile...Afrodite A, la compagna di Mazinga Z, che sparava due tettone enormi contro i suoi nemici. Si può vivere senza complessi con un'infanzia inquinata da simili visioni?