05 giugno 2015

La pioggia dei miei viaggi

Signori e signore, oggi è l'ultimo giorno per partecipare al senso dei miei viaggi. La rubrica è stata ideata da Monica ma da diversi mesi viene gestita come se fosse una staffetta e questo mese ho scelto io il tema: la pioggia. mia fedele compagna in molti viaggi.

Se volete partecipare dovete postare tre foto a tema entro oggi e, ovviamente, comunicarmelo.
Qui invece potrete aiutarmi a scegliere quale delle mie tre prenderà parte al grande rito propiziatorio anti-pioggia che avrà luogo il 10 giugno su questo blog :)

Nello zaino del pellegrino che si incammina verso Santiago de Compostela non deve mancare mai una mantella per la pioggia, perché quando dopo molti chilometri arriverà in Galizia, qualsiasi sia la stagione, verrà colto da pioggia e pioggerella. Avrei delle foto di me con la mantella, ma per la salvaguardia della mia dignità ci accontentiamo di questa foto scattata con un vecchio cellulare una sera in ostello...

Vedere le mongolfiere volare con tutti i loro colori dovrebbe essere bellissimo... guardando il colore del cielo, secondo voi com'è andata a finire?

Puerto Natales (Patagonia cilena), febbraio 2015
Credevo fossero un monumento, anzi un invito, al suicidio queste due statue. 
Poi ho visto su internet che hanno un nome più poetico: sono il monumento al vento, che in Patagonia non manca mai. Visto su internet con un altro sfondo meno fosco, sembra un altro posto (provare per credere). 
Proprio perché c'è sempre tanto vento. il tempo  in Patagonia è estremamente volubile, tanto che si dice che in Patagonia nell'arco di un giorno ci siano tutte e quattro le stagioni. Io da un bar di Puerto Natales quel giorno ho visto passare autunno ed inverno varie volte e solo quando ormai ero sul pullman verso la tappa successiva ho intravisto la primavera. Questa credo si chiami Nuvoletta di Fantozzi.... a qualsiasi latitudine!

14 commenti:

Patalice ha detto...

...io detesto quando sono via e piove... dannazione, me ne vado così di rado!

S. ha detto...

Io oooodio la pioggia. Davvero! Sarà che mi ricarico solo quando c'è il sole... :)

keypaxx ha detto...

Amo la pioggia. Quando carezza i tetti con un movimento ritmico e musicale, quando lambisce i vetri. Quando si viaggia ha un suo fascino particolare.
Un sorriso per la giornata.
^___^

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Stavo per scegliere la mongolfiera tra le nuvole, ma le statue-invito al suicidio sono troppo forti! Vado a vedere la versione col sole!!

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Ehm scelgo quella foto ovvia!ente!

MikiMoz ha detto...

Non so, in questi casi sai che la pioggia mi fa sentire... sporco?
Se sono in cammino, mi dà un senso di sporcizia, come se mi facesse insozzare (fango ecc).
Mentre in altri momenti la amo.

Moz-

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Certo è molto più bello visitare con il sole, ma spesso con la pioggia si trovano buone alternative.
Saluti a presto.

Enzo Chiara ha detto...

Non sempre, ma a volte mi piace! Quando piove e poi esce il sole...quella luce particolare...bellissima!!

maris ha detto...

Pioggia mentre si è in gita nooooo...che sfiga :-(
Il monumento al vento è interessante davvero: bello, originale!

Ail Finn ha detto...

La nuvoletta di Fantozzi credo sia fedele compagna di molti italiani (mia, tanto per nominare un italiano fra tanti).
La prima foto mi ricorda le scorse vacanze in montagna. Pioggia tutti i giorni, esclusi un paio, e noi con la mantellina a farci le scarpinate in montagna, nonostante tutto.
Comunque la mia scelta va alla terza... e ora vado pure a vedermi la versione col sole.

vagabondele ha detto...

A quanto pare siamo veramente in tanti ad essere incappati nella nuvoletta del tanto amato ragioniere, vicino a casa, all'altro capo del mondo, sembra proprio che non ci sia scampo! Allora forse dovremmo cambiare strategia, perché come diceva Caio Giulio Cesare " Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico".
Mantelline trasparenti sempre in borsa e via a vedere il monumento al vento e chissà che il sole non faccia capolino!


Claudia ha detto...

Io voto ovviamente per quella spettacolare immagine di Puerto Natales :-)

Speriamo che i giorni di pioggia quando andiamo in vacanza siano sempre pochi! A me proprio non piacere fotografare quando piove!

Claudia

Audrey Borderline ha detto...

la foto che preferisco è la terza ;)
grazie per avermi accettata anche se ho pubblicato in ritardo

Norma ha detto...

Mi era sfuggito questo tuo post ma è un periodo un po' frenetico, scusami.
Ho un amico in cammino per Santiago proprio adesso e sta morendo di caldo (non so però quale via stia facendo, la più lunga così ha detto).
Bellissima l'ultima foto, mi piace il monumento ed anche il cielo minaccioso
Ciao
Norma