16 agosto 2016

Prelibatezze polacche

Che mangia una vegetariana in Polonia? Tornerà smunta e smagrita dopo 10 giorni di dieta forzata?

Come immaginerete la cucina polacca è ricca di wurstel, salsicce e piatti di carne, ma sappiate che anche noi vegetariani non ce la passiamo niente male!

In tutte le grandi città c'è una catena di ristoranti economici vegetariani che fa cosine buonissime (Greenway), ma spesso si trovano anche hamburgerie e ristoranti vegetariani: insomma mio caro-amico-vegano-in-circolo, non temere che non farai la fame!

Alla FreeFarma Burgerownia in pieno centro a Cracovia ho mangiato benissimo
Potrai mangiare delle simpatiche "bruschettone" che si chiamano pajda: la versione classica prevede di spalmare del lardo o del burro all'aglio sul pane, aggiungere uno strato di cipolle ed uno di carne e cetriolini sott'aceto. (i cetrioli sono ovunque!!!).
Streetfood polacco: pajda!
La versione vegetariana prevede di levare lo strato di carne e/o di sostituire i cetrioli con qualche pomodoro!
Pajda vegetariana


La pizza polacca, così la chiama la Lonely Planet, si chiama Zapiekanka e non ha proprio nulla a che fare con la pizza: si tratta di una mezza baguette scaldata con uno strato di funghi, uno di formaggio fuso e una bella spruzzata di ketchup, ma ci si può aggiungere la salsa che si preferisce (o perché limitarsi solo ad una?)! Le origini di questo piatto sono decisamente recenti: durante il comunismo c'era di fare di necessità virtù e questo è il risultato: buono, solo un po' pesantino!
Zapiekanka, solo per stomaci forti!
E poi ci sono loro, che hanno conquistato il mio cuore: i pierogi!
I pierogi sono degli agnolottoni ripieni che solitamente sono bolliti e serviti con un sughetto di cipolle caramellate e sono buonissimi! Ne esistono diversi tipi: ripieni di carne, di verdura e dolci con i miritilli. Io ho avuto una certa dipendenza dai ruski pierogi ripieni di ricotta e patate: qui potete trovare la ricetta, che non ho ancora provato a replicare. Sulla guida ho letto che a metà agosto a Cracovia si tiene il festival dei pierogi... peccato non esserci stata nelle settimane giuste!

Una foto pubblicata da Federica (@federica_zucca) in data:
In Polonia si mangia bene e a poco: un pranzo con pierogi e birra costa meno di 5 euro, a meno di andare in luoghi iperturistici per turisti portatori di euro! Si può però incorrere in qualche scivolone, come quando ho ingenuamente ordinato una semplice tomato soup e ho scoperto come impropriamente si possono usare i fusilli... ma devo ammettere che alla fine, fusilli annegati a parte, non era nemmeno male!
Tomato soup
L'unico vero problema del mangiare in Polonia sono gli orari: occhio ad attardarvi ad andare a cena che molti ristoranti anche nel centro delle città alle 22 avranno già chiuso le serrande e voi rimarrete a becco asciutto!!!

9 commenti:

Silvia Pareschi ha detto...

Ottimi i pierogi! Il resto, ti dirò, non mi sembra particolarmente attraente, ma pazienza, quando sei in viaggio mangi quello che trovi :-)

Pietro Sabatelli ha detto...

Non sapevo fossi vegetariana..comunque quando ci si ritrova in un paese straniero si fa quel si può e che si trova, quindi hai fatto bene, in ogni caso la cucina straniera non m'ispira per niente ;)

Caramella ha detto...

Mmm buoni i pierogi! E guarda, anche quei fusilli annegati mi sembrano appetitosi! :))

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottimi consigli per non partire impreparati.
Serena giornata.

Novella Semplici ha detto...

Adoro i cetrioli polacchi in agrodolce. Avevo una signora che lavorava qui e quando tornava in patria per le vacanze ne faceva barattoli su barattoli, preparati in casa come da tradizione, aromatizzati con i semi di cumino... Me li regalava sempre... Sono troppo buoni!

Aldabra ha detto...

I Pierogi mi ispiraro proprio! Il bello di viaggiare è di assaggiare "cose strane"!

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Ecco io sarei curiosissima di assaggiare la "pizza polacca". Ma veramente anche tutto il resto! Graziee, bellissimo post con tante utili informazioni, che io mi ero persa!! Bacione fede

vanessa varini ha detto...

Io mangerei wurstel e salsicce a gogò come ho fatto in gita a Berlino e dopo mi ritrovo piena di brufoli, ahah! Comunque utili queste informazioni sui piatti vegetariani!😊

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

Ma la zuppa ROSA servita fredda non l'hai mangiata? Subito mi aveva fatto un po' impressione, ma poi mi sono tranquillizzata quando ho scoperto che il colore era dovuto alle barbabietole!