05 novembre 2016

La vedova Van Gogh

La vedova Van Gogh è finito nella mia libreria perché l'autore, Camilo Sanchez, è argentino, anche se sapevo che qui di argentino non ci avrei trovato nulla.


I personaggi di questa storia sono 3:
- Vincent Van Gogh, il famoso pittore che muore all'inizio del libro. Si spara un colpo di rivoltella  (in realtà si spara male!) e muore dopo un giorno di agonia. Vincent Van Gogh lascia in eredità un mucchio di opere che però nessuno apprezza.
Fonte Verdeazzurro
- Theo, il fratello di Van Gogh. Theo solamente viene nominato nei libri di storia dell'arte perché Vincent dopo una discussione molto vivace con lui si era tagliato un orecchio. In questo libro scopriamo un uomo fragile che non riesce a riprendersi dalla morte del fratello e si lascia morire nel giro di un anno, nonostante abbia una moglie ed un bambino piccolissimo.

- E poi c'è Johanna, che prima di Camilo Sànchez non se la filava praticamente mai nessuno. Johanna è lamoglie/vedova di Theo Van Gogh ed è a lei che si deve il grande successo di Vincent! Nonostante lei non lo avesse mai praticamente conosciuto, riesce a capire la sua arte e il suo valore, Johanna è una giovane mamma vedova che fa parte di una famiglia altolocata olandese e potrebbe vivere mantenuta dalla sua famiglia, ma Johanna è una donna moderna e il suo futuro, e quello del suo bambino, vuole costruirselo da sola. E' così che si trasforma in una piccola imprenditrice e curatrice di mostre.

Storia davvero interessante con protagonista una donna forte e tenace, interessante lo stile che mixa le lettere dei fratelli Van Gogh con il diario di Johanna.
Ha solo una pecca: io l'ho trovato emotivamente poco coinvolgente e non son riuscita ad appassionarmi!


5 commenti:

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

Effettivamente della Johanna nemmeno io ne avevo mai sentito parlare. Però come storia mi piace, una donna forte e intraprendente, mi ispira questo libro!

UIFPW08 ha detto...

Cara Federica le tue scelte sono sempre emozionanti,
Un abbraccio
Maurizio

Alenixedda ha detto...

Ciao Fede! Io ho da poco letto un romanzo di Christopher Moore dal titolo Sacré Bleu che curiosamente inizia proprio con la morte di Vincent Van Gogh e prosegue avanti e indietro nella storia dell'arte guidati dal colore più prezioso: il sacré bleu ricavato dal lapislazzulo. Tra i personaggi compaiono ovviamente anche Theo e Johanna, ma ammetto che prima di allora anche io non li avevo sentiti nominare!
Una storia che ti consiglio vivamente, interessante, ironica e assolutamente fuori dagli schemi!

babalatalpa ha detto...

Pensa, era uno di quei libri che volevo acquistare! Però sapere che non ti ha coinvolto troppo mi frena un po'...

Federica ha detto...

@baba: di tutt'altro parere è La lettrice rampante
http://lalettricerampante.blogspot.it/2016/11/la-vedova-van-gogh-camilo-sanchez.html