23 gennaio 2017

L'albergo delle donne tristi

L'albergo delle donne tristi è un libro noioso, inutile girarci intorno.
Marcela Serrano, di cui poco tempo fa ho letto Il tempo di Blanca, mi ha di nuovo deluso.

Protagonista è Floreana, una scrittrice cilena, che ha appoggiato la Resistenza negli anni della dittatura e, dopo la morte della sorella più piccola per un tumore, su consiglio della sorella maggiore abbandona Santiago e si ritira momentaneamente sull'isola di Chiloé.
Qui la aspetta Elena, una psichiatra che ha ereditato un albergo e lo ha trasformato in una specie di clinica dove le donne tristi si curano tutte insieme.
Ovviamente oltre alle sue compagne di permanenza, Floreana incontra anche Flaviàn, il bel medico del paesello con  una storia tormentata alle spalle. I due si piacciono, si guardano, si sfiorano ma sono incapaci di toccarsi per davvero...

Il messaggio di questo libro è bello ed istruttivo: solo prendendo coscienza del proprio dolore, solo buttandosi in altre avventure si rinasce. Solo chi è coraggioso può vivere per davvero e a pieno.
Peccato che solo chi è molto determinato riesce ad arrivare alla fine di un libro che sembra non andare mai avanti.

Questo libro mi è stato regalato da Claudia de Il giro del mondo attraverso i libri e, nonostante non mi sia piaciuto, è stato un ottimo regalo: le sue 250 pagine sono intrise dell'odore salmastro dell'aria di Chiloè.
Una foto pubblicata da Federica (@federica_zucca) in data:

Chiloè è un'isolone al nord della Patagonia cilena e, malgrado io ci sia stata solo 3 giorni (davvero pochissimo) mi ha fatto scoprire una realtà fatta di tradizioni, storie, cibi ed abitudini completamente a se stanti.
pensemos-chiloè-murales
Pensiamo il mondo da Chiloè, non Chiloè dal mondo

Quindi dite grazie a Claudia ed alla Serrano perché nelle prossime settimane salirete con me sul traghetto che porta all'isola....
traghetto-cile
Traghetto che collega Puerto Montt ad Ancud

... e questo sarà il programma!

Per partire preparati potete leggere questo vecchio post su Chiloè!

5 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Gradisco sempre le tue parole Federica autentiche perle di dolcezza. Complimenti per le foto. Un abbraccio forte
Maurizio

Icaro ha detto...

Mi incuriosiscono le mucche!

Andrea Pizzato ha detto...

ehm mi sembra un po' pesante. grazie per la recensione, sempre dettagliata e precisa

Federica R ha detto...

Sarà il titolo, sarà il momento, sarà che questo messaggio ho bisogno anche io di leggerlo e che forse i libri che non vanno troppo avanti subito è perché hanno molto da dire nel loro essere immobili un pò come i loro personaggi...Lo leggerò sicuramente, nonostante la noia che potrebbe darmi! :)

Patalice ha detto...

questo libri l'ho letto, e l'ho molto amato... forse è il più bello della Serrano, un'autrice splendida e piena zeppa di contenuto