17 settembre 2017

Señor Vivo & Coca Lord

Difficilmente leggerete il libro che sto per consigliarvi e il primo motivo è che è un libro vecchiotto: Fazi lo ha pubblicato a fine 1999, ma Loius De Bernieres l'ha scritto nel 1991 (roba dell'altro millennio!) e io stessa l'ho pescato in un cesto di libri usati in una bella libreria torteria di Torino.
Un post condiviso da paige bedard (@catmntn) in data:


Ovviamente poi dovrete anche superare la prova del libro con la copertina brutta brutta: io stessa l'ho preso da quella cesta solo perché volevo un libro latinoamericano e non avevo trovato nulla di meglio. Non avevo neanche letto che l'autore è lo stesso che ha scritto Il mandolino del Capitano Corelli e che non è sudamericano, ma è un inglese che ha vissuto per tanti anni in Colombia.


Poi non dovete avere troppa orticaria per il misticismo, la stregoneria e tutte le cose magiche:
Dioniso Vivo è un giovane professore di filosofia secolare in Colombia che scrive delle lettere su un giornale per denunciare i misfatti dei trafficanti di droga. Ovviamente quelli vogliono fargliela pagare ma lui per una serie di fortunate coincidenze riesce sempre a sfuggire ai vari attentati e quindi inizia a circolare il dubbio che Dioniso sia uno stregone... fino a che Dioniso Vivo diventa una vera e propria leggenda ed un uomo molto temuto a cui nessuno osa fare direttamente del male.

Per apprezzare questo libro è preferibile che abbiate qualche familiarità con lo spagnolo: per motivi a me incomprensibili il libro è pieno di termini lasciati in spagnolo. Questo rende la lettura un po' meno scorrevole ed una scelta di traduzione differente non sarebbe stata malvagia!

Non dovete avere lo stomaco debole: poche volte ho letto in modo così crudo il modo in cui si può infierire su un cadavere. Se poi questa lettura la fate prima dei pasti o prima di dormire e il cadavere è quello di un personaggio che amate molto non è simapaticissimo!
Non ho mai visto una puntata di Narcos ma credo che Pablo Escobando, il viscido capo della mafia colombiana nel libro, possa essere un parente stretto di Pablo Escobar... quindi azzardo che se vi piace Narcos potrebbe interessarvi questo libro.

"Küçük yaştaki bakire kızlarımız birtakım adamlar tarafından tecavüze uğrayıp hastanelik olmakta, bu zavallı masum çocukların gelecekte bir erkeğe güvenme olasılığı ortadan kaldırılmaktadır. Bu çocuklar büyüyünce nasıl insanlar olacaklar? Hiçbiri cinsel ilişkinin tadına varamayacak, çünkü acı anıları gelecek akıllarına. Bu çocuklar nasıl eşler, nasıl anneler olacaklar, ilk âdet dönemlerinin ardından bu canavarların piçlerini doğurduktan sonra? Daha on iki yaşında zührevi hastalığa yakalanan bu masumların gelecekte sağlıklı bir yaşam sürmesi mümkün mü? Her araba sesi yüreklerinde dehşet uyandırırken hangi güvenlik ve rahatlık duygusundan söz edilebilir? Kendi seçtikleri insanı sevme hakkını savunan tüm kadınlar ve kadınları seven tüm erkekler seslerini yükseltmelidir, biz de kendi kendimize bu adamların kadınlardan bu kadar nefret etmesine ne gibi bir hastalığın neden olduğunu sormalıyız." (syf/68)
Un post condiviso da Books & Life • İrem (@mybookheaven) in data:
E quindi? Quindi nonostante tutto questo a me Señor Vivo & Coca Lord è piaciuto molto perché è uno di quei libri che genera emozioni forti: mi ha fatto inorridire, mi ha fatto paura, mi ha fatto sbuffare, mi ha fatto sorridere sotto i baffi per la sottile ironia e battere forte il cuore... e venire voglia di tornare in America Latina.


4 commenti:

Il mondo capovolto ha detto...

Ti giuro, a me questo libro mi ha rapito da come lo descrivi :D voglio trovarlo anche io in una bancarella *-* ha un sacco di elementi che possono piacermi!

Federica ha detto...

Su ibs è scontrato della metà. Nuovo a 4.50€

Silvia Pareschi ha detto...

Sembra proprio un libro che non si dimentica facilmente!

Serena Chiarle ha detto...

...però in copertina c'è un gatto nero.
Lo prenderei anche solo per quello :-P