09 novembre 2011

Nessuno mi può giudicare

Nessuno mi può giudicare è veramente un bella commedia.
Da spanciarsi dalle risate!

Il tema? In una famiglia molto benestante muore il papà, lasciando una marea di debiti  alla moglie. E questa, che non ha mai lavorato prima, decide di mettersi a fare la escort... la mignotta insomma!
Scivolare nella volgarità era facilissimo, invece solo grasse risate!

E tanti temi sfiorati con leggerezza, ma senza banalità: l'amicizia tra donne, l'interculturalità, il razzismo, l'amore...

La Cortellesi è bravissima, Raul Bova è uno splendore per gli occhi, una vera chicca la comparsata di Fausto Leali!

La morale della favola? Non tutto il male viene per nuocere, anzi...

10 commenti:

Lunga ha detto...

E la scena dei messaggi del bambino sul cellulare del padre? :'(

Marcello Affuso ha detto...

Visto, carino! Alla fine è indubbio come non bisogna mai giudicare le persone e le situazioni dalle apparenze. Buona serata :-)

pansy ha detto...

Ne parlano tutti benissimo. Devo ancora vederlo. Forse me lo noleggio questo finestettimana :) Se passi da me, volendo, puoi darmi una mano a vincere! :)

Kylie ha detto...

Ne ho sentito parlare anch'io. Mi hai incuriosito!

Buon giovedì cara!

Isabel ha detto...

quanto amo la cortellesi! è bravissima!

☆..•*SERENA*•..☆ ha detto...

è nella lista dei miei film da vedere...

la vita secondo Vale ha detto...

E' piaciuto tanto anche a me, tutti bravi ma...Raul Bova anche TROPPO FICO!!! ;))))))

Elio ha detto...

Per fortuna che è giovane e bella perché, se fosse una di 70 anni, avrebbe solo potuto sperare nella reversibilità.
Ottima critica che dà voglia di andare a vederlo, ma non credo sia un film "esportabile" in Francia.
Buona continuazione di serata.

Pupottina ha detto...

questo è un film che aspetto di vedere...
non avevo dubbi che la Cortellesi avrebbe fatto un grande film... è bella e brava !!!

Elle ha detto...

Anche a me è piaciuto tantissimo, leggero ma non banale. La scena dei messaggi del bambino al papà mi ha quasi fatto piangere (ma ho resistito), mentre la Cortellesi era semplicemente bravissima!
Raoul Bova in questo film è il rozzo vicino di casa che noi tutte vorremmo avere ;)