25 maggio 2015

Gemma Bovery

Emma Bovary è la fedifraga per eccellenza, anche più della sua collega Anna Karenina, ma lei mi sta simpatica.

Gemma Bovery, il film, in realtà è un adattamento cinematografico non del libro di Flaubert, ma dell'omonima graphic novel (che bene cosa sia non lo so, ma lo intuisco... se dico fumetto ci si offende?).

Siamo in Francia, in un piccolo paesino di provincia, dove si è appena trasferita una coppia: lei si chiama Gemma Bovery e, guarda caso, il marito Charles. Per Martin, il panettiere con la passione per la letteratura, non è difficile fare il collegamento con la quasi omonima Emma Bovary! Quando poi si accorge che in comune Gemma ed Emma non hanno solo il nome ma condividono anche uno stile di vita molto passionale, l'apprensione di Martin (e il suo essere ficcanaso!) diventa incontenibile...

Del film mi è piaciuta l'interpretazione degli attori: Luchini fantastico e Gemma Artenton bellissima e bravissima. Mi è piaciuto il finale, decisamente ben studiato e divertente.

Devo però dire che anche se nel complesso il film è molto carino, l'ho trovato un po' troppo francese e in alcuni momenti ci avrei messo un po' più di ritmo.

Ma ora scusatemi, se volete saperne di più passate da Claudia e Silvia (eh sì questa settimana abbiamo ampliato la squadra!)... io devo andare a finire il libro di Flaubert, che chissà perché al liceo lo avevo abbandonato e ora mi piace un sacco! #TeamLeon

6 commenti:

Audrey Borderline ha detto...

mi incuriosisce e poi amo i film francesi ;)

MikiMoz ha detto...

Non credo sia il mio genere :D
In ogni caso... bello il nuovo logo del blog!^^

Moz-

cri ha detto...

Gemma mi piace molto e Luchini è un grande attore. Credo che lo guarderò. Grazie del consiglio.

Silvia ha detto...

Anche a me il finale è piaciuto tantissimo! E' stato proprio la ciliegina sulla torta. Sono contenta di aver "visto" questo film insieme a te!

Andrea Pizzato ha detto...

adoro il cinema, sono sempre stato attratto dai film stranieri :)

UIFPW08 ha detto...

Ottima squadra...direi
Maurizio