10 febbraio 2019

La vecchia che canta (dopo la vecchia che balla)

E anche per quest'anno Sanremo è andato!
Io adoro Sanremo e tutto quello che comporta: le canzoni, i gruppi whatsapp per commentare con cattiveria inaudita, le pagine facebook che fanno ironia e, per l'occasione, ho pure rimesso twitter sul cellulare in un crescendo di acidità (ma acidità simpatica)!
L'evento però principe della settimana di Sanremo è la grande festa che da anni ormai si organizza a casa mia con abbigliamento e menù ogni anno con un tema differente, giochi e ricchi premi.
Quest'anno sono proprio soddisfatta della riuscita del "nostro" Sanremo italiano!

Fonte: Se i social network fossero sempre esistiti
Sul Festival di Baglioni ho invece molti dubbi e sono ben poco soddisfatta.
Già lo scorso anno la sua conduzione egocentrica non mi era piaciuta molto e quest'anno non ho cambiato idea: che pesantezza le sue apparizioni sul palco.
Anche la scelta degli ospiti italiani non mi è piaciuta molto: mancava la grande star a movimentare le serate, quella che aspetti tutta la sera perché sai chi è oppure vai a dormire perché non l'hai mai sentita nominare.

Sulle canzoni al primo ascolto non avevo trovato nulla che mi esaltasse, a differenza dell'anno scorso che mi ero subito innamorata della vecchia che ballava...
... ma ieri sera mi sono resa conto di essermi lentamente innamorata della vecchia che canta!

Loredana Bertè, a cui Moz ho dedicato un post approfondito, riesce a fare un piccolo miracolo: nonostante il look da fata turchina horror è incredibilmente credibile nel suo ruolo di artista e coerente con il contenuto della sua canzone.

Non so se avete capito bene: una persona -credibile e -coerente.
Non azzardo a dire che ci vorrebbero più Berté in giro (è pur sempre una fata turchina probabilmente matta come un cavallo che tutte le sere pensi che finirà con il rimanere in mutande!), ma un po' più di Bertè in tutti quello sì.

Da Sanremo 2019 è tutto, passo e chiudo! ;P

11 commenti:

Icaro ha detto...

Ho preso coraggio e ho ascoltato il vincitore... E sì: PIÙ BERTÈ PER TUTTI!

Federica ha detto...

@icaro: a me il vincitore non spiace affatto... ma non era tra i miei preferiti

Sara ha detto...

L'ho ascoltato poco, mi è dispiaciuto molto. Presentatori in difficoltà, le canzoni lasciamo perdere...

Pietro Sabatelli ha detto...

Nella mia Top 5 c'è sia lei che il vincitore, perfetto no? ;)

Aldabra ha detto...

non riesco più a guardarlo: luuungo, troppe serate, troppi siparietti (o erano più belli quelli di 20 anni fa?)

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Un Festival innovativo con generi nuovi.
Sereno giorno.

Sergente Elias ha detto...

La Bertè sarà anche matta ma ha un estro e delle capacità non comuni. Una grande, insomma.

Il Macchiaiolo ha detto...

Quanta prosopopea ha Baglioni... Speriamo si dedichi a qualche altra cosa. Come cantante era meglio ma il suo tempo è passato ormai. Nonostante tutto regge bene la Bertè e poi ci sono i giovani che sono la vera ricchezza del festival.

RobbyRoby ha detto...

Ciao Loredana Bertè si è impadronita del parco. A me è piaciuta e poi ha cantato con grinta. A me di San Remo è piaciuta la canzone di Irama. Ciao

Novella Semplici ha detto...

La Bertè è un'anima complicata ma com artista ha pochi rivali. A me il festival interessa poco, l'anno scorso lo vidi perché piaceva a mio figlio e rimasi platonicamente innamorata, proprio folgorata, da Pierfrancesco Favino. Baglioni credo che sia un direttore artistico molto bravo e competente ma come presentatore non è il massimo. Quest'anno ho dato forfait.

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Eccola!! Dopo aver scoperto l anno scorso che sei una fan appassionata di Sanremo come lo sono diventata da qualche anno anche io, aspettavo il tuo parere! Anche da noi festa grande e impegni cancellati per tutta la settimana! Dissento su alcuni punti: il fetival di Baglioni a me piace tanto. Mi fa sorridere lui con quell aria da lord inglese (un po imbalsamato certo ma sempre estremamente garbato) che si fa da parte rispetto a tutti come se non gliene fregasse un benemerito nulla di tutto ciò che lo circonda a parte la musica. Epocale il duetto con Venditti (che a Sanremo non s'era mai visto). Apprezzo che faccia cantare i big tutte le sere e che ci siano pochi ospiti di rilievo: si ha il tempo di affezionarsi alle canzoni. Concordo con te sul fatto che le canzoni fossero più belle quelle dello scorso anno. Per me (e mi imbarazzo perfino da sola a dirlo..) avrebbe dovuto vincere Ultimo: mio malgrado mi piace moltissimo la sua canzone e anche lui come la canta. Purtroppo non riesco ad apprezzare pienamente la Bertè pur riconoscendole una grande grinta....Scritto troppo?
baci, buona domenica!