05 agosto 2010

Pioggia d'estate

L'eleganza del riccio non mi era piaciuto. Avevo però trovato una bella citazione e me l'ero segnata. Stamattina una cavolo di mosca stupida mi ha svegliato alle 8 e mi son accorta che pioveva... quindi è giunto il momento di condividerla con voi!









E poi, pioggia d'estate…

Sapete cos'è una pioggia d'estate?

All’inizio la bellezza pura che irrompe nel cielo, quel timore rispettoso che si impadronisce del cuore, sentirsi così irrisori al centro stesso del sublime, così fragili e così ricolmi della maestà delle cose, sbalorditi, ghermiti, rapiti dalla magnificenza del mondo.

Dopo, percorrere un corridoio e d'improvviso penetrare in una stanza piena di luce. Un'altra dimensione, certezze appena nate. Il corpo non è più un involucro, la mente abita le nuvole, sua è la potenza dell'acqua, si annunciano giorni felici, in una nuova nascita.

Poi, come lacrime, che sono talvolta tonde, abbondanti e compassionevoli, si lasciano dietro una lunga spiaggia lavata dalla discordia, così la pioggia estiva, spazzando via la polvere mobile, è per l'anima negli esseri un respiro infinito.

Quindi certe piogge d'estate si radicano in noi come un nuovo cuore che batte all'unisono con l'altro.

5 commenti:

Lunga ha detto...

mmmh bella come citazione però se tutto il libro è così è un pò peso!

Federica ha detto...

hai centrato quello che secondo me è il problema di sto libro: dopo 10 pagine sei già stufo!

☆..•*SERENA*•..☆ ha detto...

Wow...che bella...

Caterina ha detto...

secondo me il libro è bello, a parte il finale che è orribile. però capisco quello che dici: è una gran pesata!!!

Pupottina ha detto...

bella la citazione! il libro però non l'ho letto... credo di aver capito che è un libro che può piacere o non piacere... i pareri non corrispondono facilmente...
odio la pioggia estiva, ma quest'anno sono felice perché da maggio ad oggi, ha piovuto solo una volta.... e non fa nemmeno tanto caldo... l'anno scorso l'estate è stata piovosa e molto più umida... meglio così...