02 aprile 2011

2 aprile 2005

Avevo avuto l'occasione di ascoltarlo, di andare da lui. Mi aveva cercato, non solo a me eh: circa due milioni e mezzo di giovani erano accorsi al suo invito. Io no. Me lo avevano proposto ma non ero voluta andare. In fondo in fondo, anche se faccio fatica ad ammetterlo ed ammettermelo, mi scoccia. Soprattutto perché se qualcuno ha qualcosa da dirmi sarebbe stato bello ascoltarlo.

Poi nel giro di qualche anno sono cambiate tante cose, il mio mondo è stato stravolto, soprattutto ero cambiata io. Avevo voglia, avevo bisogno di ascoltare e di trovare una risposta. Ci provo a pensare alla me del 2005, non riesco a ricordarmela, ad inquadrarla. So che sicuramente avevo paura ma credo che in quel momento fossi anche molto fiduciosa.

E poi è mancato. E un po' mi era ceduto tutto. Perché non avevo un prima per pensare un dopo.

Eravamo partiti insieme per Roma, per andare a salutarlo. Io per chiedergli scusa per non aver accolto il suo invito, per essere in ritardo come mio solito, per pregarlo.
Avevamo aspettato ore ed ore per farlo. Cantando, pregando, pensando, chiacchierando. Il tutto in maniera ordinata, rispettosa, composta.
Avevamo dormito sotto il cielo di Castel Sant'Angelo al freddo. Lo avevamo salutato tutti insieme, ed eravamo tornati a casa col cuore colmo di amore. Anche chi, come me, di fronte a quell'amore si era tappato le orecchie.

Ci sono tornata una volta a pregare su quella tomba.
Spero di poter essere a Roma il 1° maggio.


7 commenti:

Luigi ha detto...

indimenticabile!!!
Grazie Fede

Laura ha detto...

Grazie Fede!

Vittoria A. ha detto...

Sono commossa, e' stato un uomo che le parole non bastano a descrivere e spero tanto di poterlo conoscere di piu' attaverso i suoi scritti e le sue parole.

Silvia ha detto...

6 anni fa ho pianto per una settimana quando ci ha lasciati. E' stato davvero un dolore incredibile, ho sempre provato un affetto particolare per lui, mi ricordo che da piccola quando andava in ospedale per un'operazione io pregavo affinché guarisse presto! E' un affetto spontaneo che ho sempre sentito! Cercai di andare a San Pietro per vederlo prima del funerale, ma in quei giorni c'era troppa gente: mia madre ed io abbiamo fatto 11 ore di fila ma non siamo riuscite ad arrivare in Basilica. Volevamo andare per la beatificazione, ma siccome arriveranno migliaia di persone a Roma, abbiamo deciso di andare a vedere la nuova tomba che allestiranno in basilica dopo la beatificazione.

Il mio augurio è che tu possa essere a Roma quel giorno!

;-)

Princesse ha detto...

Un grandissimo uomo, a prescindere dall'abito che ha portato!
Io ho avuto la fortuna di tenergli la mano, anzi, lui ha tenuto la mia, per un istante che a me è sembrato interminabile. Ricordo quella giornata come se fosse ieri, anche se ormai sono passati quasi 20 anni!

Anche io volevo essere li il primo maggio, ma alla fine ho deciso diversamente. Non andrò a San Pietro il primo maggio, anzi, forse mi allontanerò proprio da Roma. Ci sarà troppa gente in quel giorno e preferiscoo tornare a salutarlo quando la folla sarà diminuita e potrò soffermarmi un attimo davanti alla sua tomba.

☆..•*SERENA*•..☆ ha detto...

Io ricordo il modo in cui Mirko (allora mio fidanzato) mi ha dato la notizia...è stato dolcissimo...

Marianna ha detto...

sai io l'ho conosciuto e quando lo vedo anche in foto mi fa sempre un certo effetto , ma un effetto dolce .