22 dicembre 2017

I Fratelli Kristmas - Un racconto di Natale

"Libro da regalare a Natale": se sei arrivato al mio blog con questa ricerca su google al 22 di dicembre vuole dire, amico elfo, che sei nella m****a fino al collo.

Qualche settimana fa, per tempo (ma giuro che non dirò "te l'avevo detto") avevo provato a darti dei consigli ragionati su come (e soprattutto se) scegliere un libro da regalare.
Ora non c'è tempo per inutili discorsi: cerca ed arraffa subito I fratelli Kristmas di Giacomo Papi. 
Non ti porre domande (non hai più tempo!) ed incarta il regalo, ti basti sapere che è un libro che racconta come il Natale può essere servito da due bambini, da un Babbo Natale strano e da un nano picchiatore.
Quando la tua missione sarà arrivata al termine, fai un bel respiro e poi prosegui nella lettura del post e così capirai perché hai fatto la scelta giusta... parola di Babbo Natale e suo fratello!

Un post condiviso da Federica (@federica_zucca) in data:

Perché regalare I Fratelli Kristmas a Natale?

  • La copertina disegnata da Gipi è un piccolo capolavoro
  • La storia è molto semplice: Babbo Natale è malato e si deve far sostituire da suo fratello Luciano. La missione di Luciano sarà però ostacolata da un tizio brutto e cattivo che vuole comprare il Natale per trasformarlo in un grande parco avventura. E' una storia che può piacere un po' a tutti e potrà parlare in modo differente ad ogni lettore.
  • Quello che rende questo libro speciale non è la trama ma lo stile: il libro è davvero scorrevole ed ironico! Sorridevo mentre leggevo le note a pié di pagina in cui si rassicurava il lettore sul fatto che nessun animale fosse stato maltratto per la scrittura di questa storia.
  • Luciano è un uguagliatore: un rivoluzionario che vorrebbe che almeno a Natale fossimo tutti uguali, mentre il Natale è il giorno dell'anno in cui le differenze stridono ancora di più. E' un libro che in modo molto simpatico fa riflettere.
Ovunque portarono regali sapendo che non sarebbe servito a nulla, che nessun regalo avrebbe potuto azzerare la fortuna di essere nati in un luogo e non in un altro, che fame e guerra non si sarebbero certo fatte impressionare da quattro  pacchetti infiocchettati, e che il mondo non sarebbe certo migliorato, ma anche la mattina dopo, per la prima volta nella Storia, non ci sarebbero stati poveri e ricchi, ma soltanto bambini.

4 commenti:

Natascia ha detto...

Ottimo suggerimento... me lo devo segnare per il prossimo anno... comunque ho fatto un regalo prendendo il consiglio dal tuo post su "le luci nelle case degli altri"... mi ha intrigato moltissimo. Ti farò sapere se il regalo è stato azzeccato e spero presto di riuscire a leggerlo anche io ;)!

Sara ha detto...

Sono stata in libreria poco fa, ormai la prossima volta! Per altro non sono andata per regali, ma per uso personale!

UIFPW08 ha detto...

Tantissimi auguri di Sereno Natale Federica
Maurizio

Carmine Volpe ha detto...

Un bell'anno in viaggio tanti auguri di Buon Anno