02 giugno 2020

Maggio (finalmente)

Finalmente è arrivato maggio e la musica è un po' cambiata: sono aumentate le possibilità di fare cose e, seppure io faccia parte della categoria dei molto prudenti, ne ho approfittato per mettere il naso fuori e rivedere congiunti e amici, anche se sempre a distanza di sicurezza.
Ho fatto qualche piccolissimo giretto ed è stato rilassante e ho ricominciato a lavorare ad un progetto che avevo abbandonato con la chiusura di tutto l''universo-mondo.

Libri:


Ho letto tanto. 
Ho viaggiato tantissimo tramite le mie letture.
Ho toccato generi differenti e che leggo di rado. 
Ho letto libri bellissimi ed altri un po' meno, ma fa parte del gioco quando si sperimenta: questa è la classifica delle mie letture di maggio.


Il libro dei Baltimore --> dello stesso autore de La verità sul caso Harry Quebert, è un libro che si divora.









Oceani fuorilegge --> un reportage sorprendente per chi, come me, è impallinato con le questioni del diritto internazionale.

So che un giorno tornerai
--> scorrevole, bello, coinvolgente, leggero.
libro-su-mengele



La scomparsa di Josef Mengele --> non è una biografia, ma un romanzo.
Incisivo.









 Il diario segreto di Maria Antonietta --> anche questa non è una biografia. Molto scorrevole, piacevole.














Lo smemorato di Tapiola --> avevo grandi aspettative, ma sono rimasta delusa.








Audiolibri:

Le sette morti di Evelyn Hardcastle forse è troppo complesso per essere ascoltato... sta diventando un po' noioso.


















Le serie tv:
Valeria è ambientato a Madrid e racconta le vicende amorose e sessuali di quattro amiche.
Banale.

7 commenti:

Pietro Sabatelli ha detto...

Cerco di stare lontano dalla banalità.

babalatalpa ha detto...

Mi hai dato una cattiva notizia:anch'io ho sullo scaffale Lo smemorato di Tapiola 😟
Come te,rientro nella categoria dei molto prudenti, quindi il mio mese di maggio non è stato troppo diverso dai precedenti, però ho ricominciato a correre (ci vuole poco per esser felici).
Attendiamo di saperne di più sui progetti in corso.
A presto.

MikiMoz ha detto...

Anche io con prudenza sono uscito, e un po' mi sono buttato :)
Poco a poco si tornerà tranquilli.

Moz-

Claudia Turchiarulo ha detto...

In realtà siamo già a giugno. Il tempo vola.
Comunque non amo molto Bianchini, ma questo libro mi incuriosisce.
Penso che lo leggerò.
Buona serata.

Trasparelena ha detto...

le sette morti l'ho letto e non l'ho capito
in audiolibro penso sarebbe da suicidio

Luna PizzaFichiEZighinì ha detto...

Io come te schiera molto prudenti e un filo fissati. Ma mi sono bastati 2 giorni di treno dopo essere tornata al lavoro per convincermi di essere ineluttabiente in balia della sorte.
Da quello che, incurante della segnaletica sul distanziamento ti prende a spallate o ti monta sopra per salire/scendere a quella che si abbassa la mascherina SOLO per starnutire poi se la rimette subito, a quelli che 'no io sono attentissimo" e poi si tricano in gruppo a parlare appunto, senza mascherina "tanto ci conosciamo"(? mah!). E niente...scoramento profondissimo, sempre meno fiducia nel genere umano. Mi riconsolo però con i tuoi consigli libreschi sempre interessanti! Mi era piaciuto molto "La verità sul caso Henry Quebert" e quindi sarei molto curiosa di leggere un altro libro dello stesso autore. Grazie Fede (aspetto le recensioni!!)

Luna PizzaFichiEZighinì ha detto...

"Ineluttabilmente"...e tutti gli altri refusi!