25 aprile 2012

25 aprile

Il 25 aprile non basta ricordarlo.
Il 25 aprile si vive, sempre.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Mai festeggiato in modo particolare. Ora proprio me ne scordo proprio visto che qui è un giorno lavorativo... Penso sia ora di guardare oltre. Dagli errori si deve imparare e poi procedere oltre, non continuare a pensarci su. E in Italia si farebbe meglio a fare una giornata dell'onestà e della correttezza visto il marcio che c'è

Anonimo ha detto...

Ops, ero io Grissino!

la frufru ha detto...

Bella ciao. Bellissima. Mi sa che è la prima canzone "storica" che mi hanno insegnato, cantarla ogni volta insieme a qualcuno mi mette i brividi.
Viva l'Italia.

Maruzza ha detto...

Ricordare ciò che è stato,è fondamentale per non ripetere gli errori del passato.La storia ha il brutto vizio di ripetersi,proprio perchè manca memoria.A questo serve in 25 aprile...Buona Liberazione Fede!

Strawberry ha detto...

Una giornata della liberazione è l'ideale per ricordarci chi eravamo e chi siamo ora...non si può andare avanti senza il passato...ed essere liberi significa anche essere capaci di vivere nel proprio paese con onesta e dignità...inutile non curarsi di questa giornata perché le cose vanno male...quando le cose andavano male ci fu chi resistette per noi...la resistenza di oggi è cambiata, naturalmente, ma è fondamentale ancora...buona festa della liberazione..:-)

Maraptica ha detto...

Auguri cara! :)

Federica ha detto...

@grissino: strawberry mi ha levato le parole di bocca. Ecco perchè per me questo giorno non solo è importante, ma fondamentale.