29 aprile 2018

Liverpool & Manchester #unafotoalgiorno

Ho portato a casa la pellaccia dal mio primo viaggio inglese: sono riuscita ad evitare i tifosi della Roma per la semifinale di Champions per il rotto della cuffia ed a sopravvivere agli inglesi che perseverano nel guidare contromano.
Gli inglesi mi hanno conquistato con la loro gentilezza squisita e la loro ospitalità: dall'autista del bus che collega l'aeroporto alla città che mi ha fatto salire gratis (visto che avevo solo sterline "fuori corso" nel mio portafoglio) a tutti quelli che appena mi vedevano con una cartina in mano si fermavano per chiedermi come potevano aiutarmi.

Manchester non mi è piaciuta molto: è molto più grande-città rispetto a Liverpool e non ci ho trovato niente di davvero speciale.
Liverpool invece è più particolare, con la sua storia di città portuale e i suoi docks ristrutturati e valorizzati.
Se state organizzando un viaggio in queste due città inglesi vi consiglio di sbirciare sui blog Emotion recollected in tranquillity e Vagabondi squattrinati, se invece volete avere un assaggio del mio viaggio ecco #unafotalgiorno del mio viaggio (da una carinissima idea di OneTwoFrida).

Giorno 1: Liverpool con il sole
Sono arrivata a Liverpool in piena primavera, ma le ragazze inglesi credevano fosse piena estate e si erano desnudate alla grande. Io non ho mai visto tanti addii al nubilato tutti insieme e così concentrati! 
Liverpool con il sole è un vero piacere per l'anima...
Un post condiviso da Federica (@federica_zucca) in data:



Giorno 2: Liverpool con la pioggia & il museo dei Beatles
Complice una giornata grigia e piovosa, mi sono rifugiata nel museo dei Beatles. Il museo è caro: quasi 20 euro (anche se io avevo uno sconto ottenuto con Booking). Avevo letto pareri contrastanti sul museo e, ad essere sincera, non mi ha fatto impazzire: ci sono alcuni oggetti appartenuti ai Fab Four e sono ricostruiti nei dettagli alcuni spazi che hanno fatto da sfondo alla loro storia, l'audioguida anche in italiano è molto precisa, ma secondo me non dice nulla di più di quello che si potrebbe imparare guardando un bel documentario.
cavern-beatles-museo
La ricostruzione del palco di The Cavern, il locale dove suonavano i Beatles a Liverpool
Giorno 3: Manchester con la pioggia
Vi parlerò, giuro, della biblioteche che ho visitato in questo viaggio: roba da far brillare gli occhi!
La Chetam's Library è stata fondata a metà del 1600, ci si trovano Marx ed Engels per ideare le loro teorie... ma a me sembrava di stare dentro la biblioteca di Hogwarts: una magia!
biblioteca-di-marx-engels
La biblioteca storica di Manchester
Giorno 4: Liverpool (le ultime ore di pioggia)
Complice la pioggerellina battente mi sono buttata nel Museo di Liverpool (gratuito ad offerta libera), dove ho scoperto tante cose sul treno che collegava il porto di Liverpool alle fabbriche di Manchester e sull'anima gayfriendly di Liverpool!
museo-liverpool-treno
Lion Locomotive
Da Fantozzi anche stavolta è tutto...
ruota-pioggia-liverpool
Domenica mattina di pioggia, Liverpool ancora deserta

...se volete scoprire altri #unafotoalgiorno

7 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Un bel viaggio.
Serena domenica.

MikiMoz ha detto...

Mi sa che mi è partito per sbaglio un commento... è andato tutto in crash!
Cooomunque: me lo aspettavo che c'era la foto della zona Beatles!
Liverpool è più caratteristica di altre città, mi piace moltissimo questa sua zona urbana old-school!

Moz-

Pietro Sabatelli ha detto...

Viaggio davvero interessante ;)
Comunque mi sa che in Inghilterra son tutte così le biblioteche :)

Sara ha detto...

Credo che gli inglesi siano maestri nel valorizzare i beni culturali, biblioteche comprese!

Matteo Vagabondi Squattrinati ha detto...

Grazie mille per la citazione e complimenti per le foto!
Liverpool sa come rapire il cuore :)

A presto!

Matteo - Vagabondi Squattrinati

Icaro ha detto...

Comunque nessuno nota che hai trovato ben 1 giorno di sole che, a quanto si dice, è una vera rarità in Inghilterra!

RobbyRoby ha detto...

Ciao un bel viaggio.